Ven. Ago 12th, 2022

Appalti scolastici abruzzesi, sit-in dei lavoratori

Maggio 25, 2017

Sharing is caring!

I lavoratori protestano per la mancanza di pagamento da parte dell’INPS e sulla ritardata partenza del Programma Scuole Belle 

PESCARA Circa 750 lavoratori impegnati negli appalti scolastici abruzzesi hanno protestato per vari problemi davanti alla sede della Regione a Pescara. I problemi che hanno mosso vuol presidio di protesta sono vari: pagamento del Fis da parte dell’INPS, in ritardo di 5 mesi, ripristino dei lavori di decoro nelle scuole, dopo l’intervenuto DL 50/2017, e salvaguardare l’occupazione e il reddito di tutti i lavoratori interessati all’appalto. Luca Ondifero, coordinatore Regionale Filcams Cgil Abruzzo, ha spiegato: “La protesta di oggi è riconducibile a più problematiche di una vertenza complessa. Dal dicembre del 2016 questi lavoratori sono stati per 5 mesi in Fis (Fondo Integrativo Salariale) e ad oggi ancora non percepiscono nulla dall’Inps. Si aggiunge il fatto che questi lavoratori sono legati ad alcuni finanziamenti del Programma Scuole Belle che ha visto lo sblocco delle risorse previste per questi lavori fino al 31 agosto del 2017, ma nelle scuole abruzzesi questi lavori non sono partiti”.