Maggio 21, 2024

Pescara, torna la stagione di “tutti a Teatro!” con le scuole e le famiglie

Pescara, torna la stagione di "tutti a Teatro!" con le scuole e le famiglie

Sharing is caring!

Novembre – Aprile 2023-24 a Pescara

XXIV stagione di teatro per ragazzi

Auditorium Flaiano   Florian Espace  Museo delle Genti d’Abruzzo

PESCARA Torna la stagione di Teatro Ragazzi più apprezzata della città: Tuttə a Teatro! con le Scuole e le Famiglie , che riempirà le domeniche pomeriggio da novembre ad aprile, oltre alla consistente proposta di matinée per le scuole che si avvale quest’anno del supporto del Comune di Pescara, nella persona dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Santilli, e del sostegno della Regione Abruzzo e del MiC-Ministero della Cultura.

Da anni il Florian Metateatro rivolge la sua attenzione ai più giovani, sia con laboratori teatrali in sede, per diverse fasce d’età, sia producendo e ospitando spettacoli pensati per bambini e ragazzi. 

Ed ecco dunque la nuova stagione, la XXIV,  di teatro per ragazzi  Tuttə a Teatro! con le Scuole e le Famiglie , un progetto culturale del Florian Metateatro che ha formato generazioni di ragazzi e ragazze, avvicinandoli al teatro sia con la  famiglia, negli appuntamenti domenicali, che con la scuola, con le proposte dei matinée, del teatro vissuto con la classe, momenti di riflessione e scoperta.

Quest’anno più che mai, a partire dal 12 novembre e fino ad aprile 2024,  si avvicenderanno grandi compagnie da tutta Italia, oltre alle migliori produzioni abruzzesi, con 12 diversi spettacoli per 30 repliche, tra pomeridiane e matinée, sui palcoscenici dell’Auditorium Flaiano sul lungomare di Pescara, del Florian Espace, e del Museo delle Genti d’Abruzzo, che offriranno la possibilità la domenica pomeriggio di vivere l’esperienza del teatro con i genitori e la famiglia, o in matinèe assieme ai compagni di classe e alle insegnanti. 

Ogni spettacolo è rivolto e pensato per fasce d’età variabili, dai tre anni in su, e per le scuole di ogni ordine e grado: dalle materne, alle elementari, alle medie ed alle superiori,  ma sono godibili anche per tutto il pubblico!

?

Tutti gli spettacoli saranno accompagnati dall’appuntamento Racconti a Teatro, narrazioni a tema a cura del Florian Metateatro o seguiti da postPLAY, incontri di approfondimento. 

La nuova stagione prenderà il via con un evento apprezzatissimo dalle famiglie: domenica 12 novembre, alle ore 17.00, e in replica scolastica lunedì 11 alle 10.00, con Il magico Oscar nel paese delle Meraviglie di e con Oscar Strizzi, per un pomeriggio di illusionismo, magia, mimo, sand art, ombre cinesi, adatto a tutte le età a partire dai 4 anni.  Apparizioni, Sparizioni, Riapparizioni impossibili, la “magia”di Oscar Strizzi trasforma le cose più comuni in momenti di stupore. Il secondo appuntamento, martedì 14 in matinée per le scuole, sarà con una proposta per un pubblico più grande, la bellissima produzione abruzzese del Lanciavicchio di Avezzano, con il TSA,  Fontamara il più conosciuto romanzo di Ignazio Silone, drammaturgia di Francesco Niccolini e regia di Antonio Silvagni. Un Teatro di Narrazione per cinque attori, tra cui spiccano Stefania Evandro, Alberto Santucci, Giacomo Vallozza, che danno voce a un mondo, a un paese, ai suoi abitanti e ai loro carnefici. Ancora per le scuole torna a grande richiesta, dal 21 al 24 novembre in matinée, Bagno Borbonico testo e regia di Giulia Basel con Umberto Marchesani, la produzione Florian Metateatro per l’Ala Risorgimentale del Museo delle Genti d’Abruzzo. Uno spettacolo Site-Specific creato su misura per il Museo frutto di una intensa collaborazione tra operatori del museo e artisti del Florian.Uno spettacolo che parla della nostra città e della sua lunga e misconosciuta storia, ambientato in uno dei pochi luoghi di Pescara capaci di testimoniare di un passato e diuna identità. Domenica 26 novembre si torna agli spettacoli per le famiglie all’Auditorium Flaiano, con la produzione già in aria natalizia del Teatro Telaio di Brescia, ABC  del Natale.Un divertentissimo e poetico spettacolo di teatro d’attore, con musica dal vivo dai 4 anni, per ricordare “dalle basi”, la storia del Natale. Partendo dalle cose più semplici si costruisce insieme un alfabeto del Natale, partendo da una stalla e da due animali: l’Asino e il Bue, con tanto di coda e orecchie. La programmazione dell’anno 2023 si chiuderà domenica 10 dicembre alle ore 17.00, con replica in matinée lunedì 11, con A metà strada. Storia di giraffa e pinguino, , del Teatro del Buratto-Centro di produzione per il teatro ragazzi di Milano, una delle più importanti compagnie del settore. Una storia di amicizia e diversità che saprà meravigliare anche il pubblico dei piccolini a partire dai 3 anni.    Il 2024 si aprirà a gennaio al Florian Espace con una produzione proprio del Florian Metateatro-Centro di Produzione Teatrale di Pescara sabato 27 e domenica 28 alle 17.00, in matinée da martedì 23 a venerdì 26, Il mio amico è un asino, dedicato al famoso testo spagnolo Platero y yo, di J.R. Jimenez, drammaturgia e regia di Flavia Valoppi  con Emanuela D’Agostino e Zulima Memba. Spettacolo di attrici, con canzoni e pupazzi dai 5 anni, sull’amicizia e di quello che la natura ci può offrire se solo fossimo capaci di ascoltarla e rispettarla. Domenica 18 febbraio ore 17.00, con replica lunedì 19 in matinée, si torna all’Auditorium Flaiano con Cenerentola e il soffio magico, del Teatro Pilar Ternera di Livorno . Uno spettacolo con cinque attrori adatto dai 3 anni, pieno di magia fatta di piccole cose e poesia. Il 19 febbraio alle 11.00 al Florian Espace, di nuovo una proposta per un pubblico più grande, adatto anche agli adulti, della pluripremiata autrice pescarese Laura Nardinocchi, con la produzione Florian Metateatro e Rueda/Habitas (Pescara-Roma) Arturo uno spettacolo di grande successo in tutta Italia, di e con Laura Nardinocchi e Niccolò Matcovich. Vincitore del premio Scenario Infanzia 2020, finalista Premio In-Box Blu 2021, Vincitore Premio della Critica FringeMI 2022  Vincitore Direction Under 30 2022, “Arturo” affronta il tema del rapporto con il padre, partendo dal punto di vista dei figli. Domenica 3 Marzo alle ore  17.00, con replica lunedì 4 in matinée, arriva all’Auditorium Flaiano  Proscenio Teatro di Fermo con La Favola delle Nuvole e del Profumo, di Marco Renzi. Una favola moderna, un contributo al grande mare dei racconti. Si parla del più grande “trasloco”, quello dell’intero genere umano, che un giorno fu costretto a fare “armi e bagagli” per sopravvivere.Teatro d’ attore, pupazzi, canto dal vivo, interazione col pubblico dai 5 anni.  Sempre all’Auditorium Flaiano domenica 17 marzo alle 17.30, con replica lunedì 18, torna l’apprezzatissimo Teatro del Drago di Ravenna, con Il mare blu liberamente ispirato al “Potere magico di Dilo” di Horace Dobbs, di e con Roberta Colombo e Stefano Monticelli. Una storia con ombre, musica, pupazzi e oggetti mossi a vista e proiezioni di immagini con le tonalità del mare. Un poetico e entusiasmante racconto di mare per un pubblico dai 4 anni. Sabato 23 alle ore 17.30 per tutto il pubblico, e dal 19  al 22 matinée, in occasione dell’Anniversario dell’Unità d’Italia (17 marzo 1861), torna anche in pomeridiana Bagno Borbonico. Naturalmente nell’Ala Risorgimentale del Museo delle genti d’Abruzzo. L’ingresso allo spettacolo è comprensivo della visita al Museo. Infine in Aprile gli ultimi appuntamenti della stagione all’Auditorium Flaiano. Domenica 14  ore  17.30, con replica lunedì 15 in matinée, la compagnia Drammatico Vegetale di Ravenna presenta Sogni. Arlecchino e la bambina dei fiammiferi, uno spettacolo di teatro d’attore con videoproiezioni e figure dai 6 anni.  La piccola sognatrice apre il sipario di un luogo fantastico, dove si intrecciano le favole con  visioni dell’arte, della letteratura, del teatro. In un continuo rimando tra le arti. Martedì 16 aprile in matinée si conclude il programma con una produzione TSA/Teatro Lanciavicchio Madame Curie elogio dell’invisibile di Stefania Evandro anche in scena con AlbertoSantucci  e i musicisti Giuseppe Morgante e Germana Rossi, regia Antonio Silvagni. Teatro d’attore e musica dal vivo  dai 14 anni, che ci racconta la figura straordinaria di Marie Sklodowska Curie, due i premi Nobel conseguiti, due gli elementi scoperti, due le patrie. Una donna, una scienziata che ha segnato profondamente il XX secolo.

About Author