Marzo 4, 2024

Confronto Marsilio- D’Amico: il presidente fa dietrofront: evento annullato

Confronto Marsilio- D'Amico: il presidente fa dietrofront: evento annullato

Sharing is caring!

ASCOM ABRUZZO replica a nota staff Marsilio su confronto a Lanciano con D’Amico: ‘Organizzazione perfetta seguendo tutte le procedure.  Nel Comitato elettorale di Marsilio sono in confusione’

LANCIANO “Siamo meravigliati, e davvero sconcertati, per la nota inviata  dallo staff del presidente della Regione, Marco Marsilio, riguardante il confronto elettorale pubblico, da noi organizzato e che lo stesso Marsilio avrebbe dovuto avere con il candidato di “Patto per l’Abruzzo”, Luciano D’Amico, il prossimo 14 febbraio a Lanciano”. Lo dice  Angelo  Allegrino, presidente di Ascom Abruzzo, che replica: “E’ evidente che nel Comitato elettorale del presidente della Regione sono un po’ in confusione. Ecco la cronistoria dei contatti avuti per organizzare l’incontro tra i due candidati alla Presidenza della Regione Abruzzo alle prossime elezioni di marzo… Ascom Abruzzo ha contattato la segreteria del presidente ed è stata immediatamente e direttamente messa in contatto con il responsabile  Cardelli, il quale ha guardato l’agenda e ha risposto: “Si può fare”. E’ stata chiesta una ulteriore successiva conferma, prima di “bloccare” il Teatro per l’appuntamento elettorale e di richiedere le autorizzazioni necessarie. Ci è stato risposto positivamente e ci è stato detto che i vertici Ascom Abruzzo  sarebbero stati contattati direttamente dal  dott.  Michele Russo. Così è stato”. 

“Russo – spiega Allegrino – a cui mi lega anche una lunga amicizia, mi ha chiamato precisando che le foto e il manifesto di presentazione dell’evento avrebbero dovuto avere il nulla osta della sua agenzia. Abbiamo inviato le foto e la bozza della locandina via mail e, via mail, ci è stato risposto che bisognava fare delle correzioni. Effettuate le correzioni, siamo andati avanti, con comunicati stampa ed inviti. Ed oggi, con toni inquietanti, la nota della Presidenza della Regione, che ci ha lasciato allibiti”

About Author