Giugno 16, 2024

Civitella, aumento Imu terreni e seconde case: la protesta di Nuova Rotta

Civitella del Tronto, la Città che muore: l’attacco di Nuova Rotta

Sharing is caring!

“Aumento dell’IMU sui terreni edificabili e sulle seconde case: l’Amministrazione Di Pietro mette le mani nelle tasche dei cittadini”

CIVITELLA DEL TRONTO Con delibera di Consiglio comunale n.48 del 29 dicembre scorso, l’Amministrazione Di Pietro ha deciso di aumentare l’IMU sui terreni edificabili e sulle seconde case, portandola dallo 0,96% all’ 1,06%, ovvero il massimo consentito dalla legge. Ad annunciarlo Marco Di Berardino – Presidente Associazione Nuova Rotta.

L’Assessore al bilancio Gabriele Marcellini si è ben guardato dal divulgare e giustificare gli aumenti delle aliquote IMU approvate dalla maggioranza nell’ultimo consiglio. 

Questa manovra, che può secondo alcuni sembrare apparentemente “indolore”, colpisce non solo i contribuenti “benestanti”, ma anche famiglie che possiedono terreni o immobili ereditati e non redditizi.

Frequentemente le aree edificabili consistono in terreni di difficile vendita o utilizzo, causando disagi economici per i proprietari. Questi si ritrovano a possedere un bene che non produce reddito, costretti allo stesso tempo a sostenere spese per la sua manutenzione e, da quest’anno, dovranno affrontare anche gli aumenti dei tributi decisi dall’Amministrazione Di Pietro.

Per le seconde case la situazione non cambia: spesso si tratta di proprietà legate a ricordi d’infanzia o appartenenti alle generazioni precedenti. Non essendo Civitella in una località balneare e in assenza di politiche volte a favorire il ripopolamento dell’entroterra, queste case raramente generano redditi per i proprietari e sono difficilmente vendibili in questo particolare periodo storico. Tuttavia, l’Amministrazione Di Pietro ha deciso di alzare ulteriormente le imposte su queste abitazioni. 

Tutto ciò accade senza alcuna apparente giustificazione, se non quella di fare cassa sulle spalle dei cittadini. 

“Ancora una volta, quella che alcuni consideravano una delle migliori amministrazioni d’Abruzzo (e forse anche d’Italia) mostra la sua vera faccia: agisce nell’ombra colpendo il portafogli dei cittadini senza giustificare le proprie azioni, dimostrando un totale disprezzo verso la cittadinanza che si trova in questo particolare periodo storico ad affrontare le già tante difficoltà economiche legate all’inflazione e all’aumento dei prezzi in genere.” – conclude Marco Di Berardino Presidente dell’Associazione politico – culturale Nuova Rotta

About Author