Lun. Ago 8th, 2022

A Pescara, la Notte Bianca dell’Adriatico

Luglio 20, 2017

Sharing is caring!

Nomi illustri animeranno la serata con oltre 80 spettacoli in 50 location 

PESCARA Conto alla rovescia per la terza Notte Bianca dell’Adriatico, a cura dell’Assessorato al Turismo e Grandi Eventi del Comune di Pescara. Sabato 22 luglio, dal tramonto all’alba: spettacoli, concerti, teatro, sport, danza, mostre, rassegne enogastronomiche e molto altro animeranno i suoi 10 chilometri di costa. Una passeggiata unica attraverso l’isola pedonale più grande d’Abruzzo con: Mario Biondi, Elodie, Nick the Nightfly, Luca Barbarossa, Selvaggia Lucarelli, Giobbe Covatta, Tedua, Spiller, Vincenzo Olivieri. Queste le stelle degli 80 spettacoli che prenderanno vita nelle 50 location direttamente sul mare toccate dalla manifestazione che sarà seguita in diretta anche da Radio Montecarlo e RDS.

“Siamo lieti di presentare un evento che l’Amministrazione comunale sostiene da sempre, il 22 luglio la riviera sarà una piazza lineare lunga 9km – così il sindaco Marco Alessandrini – Un panorama di eventi davvero fitto, dai grandi concerti alla cultura, senza trascurare lo sport, la cultura, la musica elettronica e rap che dialoga con i giovani. Un grande spettacolo per tutti, a cui invitiamo a partecipare perché Pescara diventi il luogo del divertimento ”

“Siamo giunti alla terza edizione della Notte Bianca dell’Adriatico, un appuntamento atteso dalla città che entra a pieno titolo fra gli eventi di punta della Riviera Adriatica – afferma l’Assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi – Era necessario offrire alla regione un evento di così alto livello per dare un segnale forte di vitalità e ripresa dopo le stagioni che abbiamo vissuto. Una festa resa possibile dalla collaborazione con oltre 100 realtà locali della cultura, dello spettacolo, dello sport e dell’associazionismo. Il primo grazie va a loro, all’Amministrazione, alla Regione e agli sponsor che, ognuno per la sua competenza, hanno lavorato per questo evento che ci aiuterà a sostenere il comparto economico e turistico della città, facendo diventare Pescara una meta da visitare e vivere e di rilanciare l’immagine turistica della nostra regione”.