Sab. Mag 28th, 2022

Profughi ucraini a Pineto, giornata di raccolta alimentari e prima necessità

Profughi ucraini a Pineto, giornata di raccolta alimentari e prima necessità
Maggio 13, 2022

Sharing is caring!

Si tratta della prima di una serie di attività in programma per aiutare i rifugiati ucraini

 

PINETO È in programma per domani, sabato 14 maggio 2022, a Pineto una giornata dedicata alla raccolta di generi alimentari e prodotti di prima necessità nei supermercati della città da destinare agli ucraini che si trovano a Pineto in questo periodo, poiché sfuggiti dal conflitto in corso. Si tratta della prima di una serie di attività in programma per aiutare i rifugiati ucraini, a breve infatti si procederà con l’organizzazione di una raccolta vestiti e altre iniziative solidali.

Questa raccolta fa seguito a un incontro che c’è stato qualche giorno fa nel supermercato solidale La Formica di Pineto, gestito dall’ODV Pros Pineto e dal Lions Club Atri-Terre del Cerrano, al quale hanno partecipato il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, l’Assessora al Sociale, Marta Illuminati e il consigliere Marco Giampietro, volontario dell’ODV Pros Pineto e coordinatore di questa attività, alla presenza di numerose associazioni del terzo settore del territorio, molte delle quali già da tempo impegnate in raccolte fondi e iniziative solidali per gli ucraini rifugiati. Molte di queste associazioni già da domani saranno impegnate nelle attività di raccolta e altre si aggiungeranno nei prossimi giorni per analoghe iniziative. All’incontro hanno partecipato anche delegazioni di associazioni ucraine e alcuni profughi presenti sul territorio.

I supermercati coinvolti sono: il Conad, dalle 9,30 alle 13; il Tigre di Borgo Santa Maria, dalle 9,30 alle 13; il Tigre di Corfù, dalle 9,30 alle 13; e il Tigre di Pineto centro,dalle 9,30 alle 12 e dalle 15 alle 18.

“Ringraziamo – commentano dall’Amministrazione Comunale – tutte le associazioni coinvolte per l’iniziativa di domani e per quelle che seguiranno e i cittadini che certamente faranno la loro parte con la solita generosità e il consueto altruismo”.