Home POLITICA Tortoreto,flop eventi estivi:Pd chiede consiglio comunale d’urgenza e dimissioni

Tortoreto,flop eventi estivi:Pd chiede consiglio comunale d’urgenza e dimissioni

Tortoreto,flop eventi estivi:Pd chiede consiglio comunale d’urgenza e dimissioni
0
0

“Chiediamo al Sindaco la convocazione urgente di un Consiglio Comunale per discutere degli eventi e di rimuovere l’assessore preposto  Giorgio Ripani per la mancanza di programmazione e verifica degli eventi”

TORTORETO Tortoreto una località turistica che al primo di Agosto può già tirare le somme sulla stagione estiva soprattutto sul piano degli eventi culturali e sociali. Possiamo chiaramente decretare il totale fallimento dell’estate 2018 causato dalle incapacità organizzative dell’amministrazione comunale (vedi sagra dei prodotti tipici oppure il campionato mondiale di Slalom Inline 2018). Sfidiamo qualsiasi cittadino o turista a ricordare un evento del calendario organizzato dall’ ente che ad oggi abbia attirato l’attenzione e l’interesse della comunità, escluso la Notte rosa evento dove la regia non ha nulla a che fare con l’assessorato al turismo.

Inoltre, la finta democrazia del Sindaco Piccioni attuata tramite i bandi per la realizzazione delle sagre si è rilevata un’assoluta bufala per chi ha predisposto la domanda di adesione, in quanto tutto era già scritto prima dello stesso bando; nello specifico per la realizzazione della sagra della vongola non sappiamo ufficialmente, quale associazione abbia vinto, anche se settimane prima giravano volantini dell ‘“Associazione amici della vongola”; che ricordiamo come evidenziato dall’ assessore Giorgio Ripani nella seduta del consiglio comunale del 25 luglio 2018 non è  iscritta all’ albo delle associazioni di Tortoreto e quindi, come da regolamento comunale non può organizzare eventi; di conseguenza nel rispetto della legge siamo curiosi di  vedere chi organizzerà l’evento!

Chiediamo al Sindaco la convocazione urgente di un Consiglio Comunale per discutere degli eventi  sopracitati e di rimuovere l’assessore preposto  Giorgio Ripani per la mancanza di programmazione e verifica degli eventi, poiché il fallimento dell’estate 2017 è stato imputato al commissariamento dell’Ente, ma l’estate 2018 non ha giustificazioni.