Home ECONOMIA Bisenti, approvato il progetto esecutivo per la messa a norma del distretto sanitario

Bisenti, approvato il progetto esecutivo per la messa a norma del distretto sanitario

Bisenti, approvato il progetto esecutivo per la messa a norma del distretto sanitario
0
0

Dopo la delibera del finanziamento, la firma della Asl per procedere con la gara di appalto per il ripristino della struttura

BISENTI E’ stato approvato dalla Asl di Teramo il progetto esecutivo per gli interventi di ristrutturazione e messa a norma della postazione 118 e del distretto sanitario di base di Bisenti. Ne dà notizia il consigliere regionale e Facilitatore delle Aree Interne Luciano Monticelli, che conferma dunque il compimento di un percorso iniziato mesi fa.

“La risposta che la Val Fino aspettava è arrivata – sottolinea in merito il consigliere, che ha seguito personalmente la vicenda –. Dopo il finanziamento di 375mila euro disposto lo scorso giugno, è stata firmata oggi la delibera con la quale si può finalmente procedere con la gara di appalto per ripristinare la struttura”.

Il centro in questione, oggi ubicato nella ex scuola dell’infanzia, è chiuso dal 2016. Già sede del distretto Sanitario di Base di Bisenti, presso la struttura sono attivati i servizi di Guardia medica, un servizio di medicina generale, una postazione del 118, un servizio di continuità assistenziale e un punto prelievo del sangue. Un centro di riferimento dunque più che importante, se si considerano le particolari condizioni orografiche della zona, oltre ai naturali impedimenti relativi alla fascia di utenza più anziana che, soprattutto nelle aree interne, ha difficoltà negli spostamenti.

“Si tratta – continua Monticelli – di un progetto di ristrutturazione e adeguamento dell’intero edificio alla normativa sanitaria vigente. Dopo la fase preliminare, il percorso si sviluppa dunque da oggi in quella esecutiva per andare in gara. Una bella soddisfazione, oltre che un bell’esempio di politica a servizio della cittadinanza, dove un ruolo importante è stato svolto dalla Asl teramana alla quale va il mio sentito ringraziamento”.

Il riferimento è alla sinergia rintracciata tra istituzioni locali e sovracomunali, una collaborazione che ha permesso di intraprendere in forma concreta questo percorso e rispondere alle esigenze della Città Val Fino.

“Un caso – conclude il Facilitatore delle Aree Interne – in cui abbiamo lavorato fianco a fianco spingendo tutti nella stessa direzione, quella del bene comune. Ora si procede spediti verso il ripristino della struttura, soddisfatti di contribuire al miglioramento della qualità della vita di zone complesse dal punto di vista orografico”.