Mar. Lug 5th, 2022

“Non posso ballare sulle punte”: Roseto celebra l’8 marzo

“Non posso ballare sulle punte”: Roseto celebra l’8 marzo
Marzo 7, 2022

Sharing is caring!

 Roseto celebra l’8 marzo con una lettura di brani accompagnata da musica e danza

 

ROSETO Il Comune di Roseto degli Abruzzi celebra domani mattina la Giornata Internazionale dei Diritti della Donna organizzando una lettura di brani, accompagnata da musica e danza, presso la Sala Polifunzionale Piamarta intorno alle ore 11:30 con l’evento, intitolato “Non posso ballare sulle punte”, che sarà trasmesso, in diretta streaming, sulla pagina Facebook Città di Roseto degli Abruzzi.

 

Nel corso della celebrazione saranno letti alcuni testi di Emily Dickinson, Alda Merini, Simone Weil, Gemma Calabresi Milite, Dario Fo e Franca Rame, Wislava Szymborska. Interprete sarà il regista e attore rosetano Mario Villani che sarà accompagnato, nella lettura, da una coreografia danzante a cura delle ballerine della scuola “B-Dance Project” di Roseto degli Abruzzi.

 

La Giornata Internazionale dei Diritti della Donna è un momento importante che ricorda una pagina assai tragica che pare ormai sia finita nel dimenticatoio – dichiara il Sindaco Mario Nugnesuna tragedia che continua anche ai giorni nostri, che oggi ha assunto altre forme, quelle della discriminazione sul lavoro, della mancanza di pari opportunità e delle tante, troppe differenze tra uomo e donna. L’8 marzo non è la festa delle mimose, ma un alto momento di ricordo e celebrazione che ci invita a riflettere e a domandarci se la strada intrapresa è quella giusta”.

 

Purtroppo la parità di genere è ancora un’utopia – sottolinea il Presidente del Consiglio Gabriella Recchiutiinvece dovrebbe essere un tema di dibattito e confronto, non solo ogni 8 marzo, ma tutti i giorni dell’anno. L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile parla chiaro: bisogna diminuire il gap e le disuguaglianze tra uomo e donna in tutti i campi e tutti insieme dobbiamo impegnarci, quotidianamente, perché si passi finalmente dalle parole ai fatti”.

 

Domani si celebrano le conquiste sociali, economiche e politiche delle donne…ahinoi molto poche, visto che c’è ancora tanto da fare” spiega, nel suo intervento, l’Assessore alle Politiche Sociali Francesco Luciani. “Un punto su tutti, la parità salariale. Dalla non indipendenza economica delle donne passa la gran parte dei soprusi, delle disparità, delle ingiustizie che le donne stesse subiscono quotidianamente. Roseto sarà in prima linea nell’educare le nuove generazioni a una rinnovata consapevolezza di cosa voglia dire parità, partendo in primis da iniziative concrete a favore della lotta al patriarcato”.

 

La Giornata Internazionale dei Diritti della Donna è il frutto di una lunga storia di battaglie e di conquiste che le donne hanno fatto, in particolare nel secolo scorso, e che hanno portato agli importanti risultati raggiunti oggi. Certo, sono ancora tante le barriere da abbattere, le differenze e le ingiustizie da scardinare, ma ritengo che non ci si debba mai dimenticare da dove siamo partite e tenere la barra dritta verso i risultati che vogliamo centrare” dichiara la Consigliera delegata alle Pari Opportunità Toriella Iezzi. “In questi giorni di grande preoccupazione a causa di una guerra che sta insanguinando l’Europa un pensiero va a tutte le donne Ucraine augurandoci che questa insensata invasione termini al più presto e torni la pace in tutte quelle aree del mondo oggetto di conflitti”.