Sab. Dic 4th, 2021

ItineDante:il viaggio itinerante che porta i versi di Dante tra le meraviglie d’Abruzzo

ItineDante:il viaggio itinerante che porta i versi di Dante tra le meraviglie d’Abruzzo

Il primo appuntamento a Chieti, alla Villa Comunale il 30 maggio

CHIETI ItineDante nasce da un’idea di Pierluigi Di Clemente, attore per passione e docente di lettere, subito raccolta e sostenuta dalla stretta collaborazione della Delegazione Fai di Chieti e dal Club per l’UNESCO di Chieti, con il patrocinio del Fai Abruzzo-Molise e che, grazie alle propositive adesioni delle diverse Delegazioni Fai presenti sul territorio, prenderà vita con 18 spettacoli, ognuno dedicato a un diverso canto della Divina Commedia, ciascuno ambientato in altrettanti  luoghi della regione.

Dante e l’Abruzzo: un binomio naturale e, nello stesso tempo, innovativo. Da un lato, il padre della lingua italiana, massima espressione della cultura medievale; dall’altro una regione che proprio dal Medio Evo ha ereditato i suoi luoghi più preziosi e suggestivi, non sempre noti al grande pubblico. Il progetto ItineDante nasce per celebrare al contempo Dante e l’Abruzzo, facendo rivivere i versi danteschi in contesti che ne offrono uno scenario suggestivo in occasione dei settecento anni dalla scomparsa del poeta fiorentino.

Diciotto appuntamenti, dunque, in cui verranno presentati, letti e commentati integralmente alcuni tra i canti più significativi dell’ Inferno dantesco. Il commento e la spiegazione dei canti saranno fedeli al testo ma avranno un taglio, al contempo, prettamente divulgativo; l’interpretazione verrà accompagnata da performanceartistiche a tema, musicali, coreutiche o attoriali, di volta in volta diverse.

Il progetto è pensato come itinerante, da cui il gioco di parole pensato per il nome: ogni canto verrà interpretato in città diverse della regione, in ambientazioni scelte sia per il loro carattere evocativo, sia per l’abbinamento con il canto recitato. E così, le tombe egli eretici del canto X saranno ospitate nel cimitero monumentale di Chieti, la storia d’amore di Paolo e Francesca rivivrà tra le mura del castello di Pacentro e Ulisse salperà per il suo folle volo dalla spiaggia di San Vito Chietino.

L’intento ultimo del progetto è quello di promuovere la consapevolezza circa la propria identità culturale, attraverso la conoscenza dell’eredità letteraria italiana e la valorizzazione del patrimonio artistico, monumentale e naturalistico della nostra regione.

Con il patrocinio del Comune di Chieti, domenica 30 maggio, alle ore 19.00, il  “viaggio” prende il via da Chieti, con il titolo del famoso verso “Nel mezzo del cammin di nostra vita”, da uno dei suoi luoghi simbolo: la Villa Comunale, nella piccola ma fitta radura adiacente il Museo Archeologico Nazionale di Villa Frigerj. Oltre all’ideatore, l’eclettico artista Pierluigi Di Clemente, animeranno la prima serata anche Alessandro Baccaro al pianoforte, il baritono Davide De Cristofaro,e la danzatrice Emanuela Dimaggio.

La manifestazione si svolgerà nel rispetto delle norme anti-covid ed è necessaria la prenotazione sul sito del Faiprenotazioni –evento-itinendante: sulle pagine Facebook di ItineDante e delle organizzazioni di Chieti del Fai e del Club per l’UNESCO sono disponibili link e numeri di telefono informativi (3500702579-3387593706).

Please follow and like us: