Sab. Lug 2nd, 2022

Atri, presentazione libro “Tratti e Ritratti – Personaggi Contemporanei della Città di Atri”

Atri, presentazione libro “Tratti e Ritratti - Personaggi Contemporanei della Città di Atri”
Maggio 18, 2022

Sharing is caring!

Marino Spada nel suo ultimo lavoro editoriale “Tratti e Ritratti – Personaggi Contemporanei della Città di Atri

 

ATRI Brevi, ma intensi ritratti non autorizzati, frutto dell’attività giornalistica e elencati senza un preciso ordine d’importanza, ma uniti da un filo comune che fa di essi una memoria collettiva senza distinguo di ceto sociale né di appartenenza politica.

Una galleria di ritratti condita con sfumature inedite, aneddoti e intime confidenze sui 33 personaggi raccolti dal giornalista e scrittore Marino Spada nel suo ultimo lavoro editoriale “Tratti e Ritratti – Personaggi Contemporanei della Città di Atri” (editore Duemilaeventi pagine 208, 18 euro).

Il libro verrà presentato sabato 21 maggio 2022 alle 17,15 all’interno del Santuario Diocesano di Santa Rita in occasione dell’apertura delle due giornate di festa.

Accanto a rinomati professionisti e illustri cittadini, in questo libro il lettore riscopre molti personaggi della città Ducale, dall’imprenditore di successo ai titolari di attività storiche dei commercianti locali che nel tempo hanno saputo resistere ai mutamenti sociali e alle tendenze del settore.

Dal postino che si fermava a bere un buon caffè con il destinatario della corrispondenza all’artigiano che da adolescente coltivava il sogno di mettersi in proprio, passando per il giovane emigrante che ha realizzato il suo ambizioso progetto professionale scalando le vette più alte nel proprio campo.

Non mancano figure illustri come il presidente del San Liberatore l’avvocato Saverio Mattucci o i prelati storici della città, come Don Giovanni D’Onofrio e Don Giuseppe Di Filippo.

Tratti e Ritratti è la sintesi di un percorso storico degli ultimi cinquant’anni vissuti nella città Ducale in cui uomini e donne hanno saputo esprimere le proprie qualità lasciando un segno indelebile.

L’assessora alla Cultura del Comune di Atri Mimma Centorame ha espresso il proprio compiacimento verso questa raccolta storica che serve, ha fatto sapere, “a conservare la memoria anche per le generazioni presenti e future della comunità”.