Ven. Set 30th, 2022

Abbazie Jazz Festival, in scena Danilo Di Paolonicola e Eugenio Finardi

Abbazie Jazz Festival, in scena Danilo Di Paolonicola e Eugenio Finardi
Agosto 23, 2022

Sharing is caring!

Danilo Di Paolonicola e Eugenio Finardi protagonisti degli appuntamenti della settimana di Abbazie Jazz Festival

 

TERAMO Prosegue con successo il cartellone di Abbazie Jazz Festival con altri importanti e attesi concerti previsti per questa settimana. In particolare il 24 agosto 2022 dalle 20 nel Chiostro dell’Abbazia di Propezzano a Morro d’Oro ci sarà l’Ethnic Project di Danilo Di Paolonicola quartet con Flavio Boltro in No gender #2. Il 27 agosto alle 21,30 nel Parco della Pace di Pineto ci sarà il concerto Euphonia Suite di Eugenio Finardi con Raffaele Casarano e Mirko Signorile. Il concerto di Fabrizio Bosso in programma per il 25 agosto a Canzano, invece, è stato rimandato al 24 settembre. Abbazie Jazz Festival è una proposta del festival Concerti delle Abbazie, a cura dell’associazione Luzmek ETS, in collaborazione con Itaca Agenzia dello Sviluppo locale, Valle delle Abbazie e GAL Terreverdi Teramane e prevede 14 appuntamenti complessivi nei luoghi più suggestivi della provincia di Teramo per terminare il 16 settembre 2022.

Nel dettaglio quindi, il 24 agosto nel Chiostro dell’Abbazia di Propezzano ci sarà il concerto Ethnic Project di Danilo Di Paolonicola quartet con Flavio Boltro in No gender #2 che si preannuncia come un viaggio musicale da un capo all’altro del mondo. Ethnic project è un percorso fatto di sonorità e sfumature sempre cangianti, un ritmo serrato e caldo che fa da sfondo a una serie di rimandi a culture diverse che entrano in contatto e si arricchiscono vicendevolmente. Jazz, folklore e improvvisazione sono questi i pochi indizi circa la direzione, quanto agli esiti, questi sono sempre diversi e affascinanti. È questo il segreto del concerto: essere sempre unico e mai uguale a sé stesso. Il tutto è stato possibile grazie al grande lavoro di ricerca etnomusicologica dei due musicisti che li ha portati ad approfondire gli aspetti legati alle tradizioni musicali dei vari popoli, per approdare in seguito a un linguaggio originale e in continuo divenire. Sul palco: Di Paolonicola(fisarmonica e organetto); Boltro (tromba); Gionni Di Clemente (chitarra, oud, bouzouki); Nicola Di Camillo (basso elettrico) e Glauco Di Sabatino (batteria). In questa occasione si ripeterà Abbazie Jazz Club con la degustazione di vini e piatti del territorio a cura della cantina Abbazia di Propezzano e dello chef Francesco Auricchiella di Bistrot24. L’evento è organizzato in collaborazione con Abbazia di Propezzano vigneti e cantina. Nell’ambito del concerto, ci sarà il coinvolgimento attivo del GAL Terreverdi Teramane con l’obiettivo di fare rete sul territorio attraverso una rappresentazione unica che valorizzi i luoghi d’arte, la cultura, il gusto e la tradizione. Biglietti: 50 euro concerto e cena, 15 euro concerto e degustazione di un calice di vino.

Sabato 27 agosto alle 21,30 al Parco della Pace di Pineto Eugenio Finardi con Raffaele Casarano (sax) e Mirko Signorile (pianoforte) proporrà Euphonia, una suite che incorpora i brani in un Flow, un flusso ininterrotto che, attraversando vari stati emozionali, accompagna l’ascoltatore a uno stato quasi trascendentale. Euphonia è un’esperienza che va al di là della normale sequenza di canzoni, legandole e fondendole nell’improvvisazione e nel mistero dell’enarmonia, che è la magica capacità delle note di cambiare senso e funzione a seconda della tonalità. Il progetto è frutto dell’intesa con due straordinari musicisti: Signorile che intesse un continuum spazio-temporale attorno alla massa gravitazionale delle melodie, in contrappunto con le traiettorie del sax di Casarano, creando con sapienza armonica congiunzioni sorprendenti. Il Flow si sviluppa spontaneamente in un’interpretazione ogni volta unica e diversa sul canovaccio delle canzoni di Finardi, con qualche omaggio ai suoi autori più cari, da Battiato a Fossati, dando un respiro più ampio alle emozioni, condivise in un’intensa esperienza collettiva.

Il festival è realizzato con il contributo del Ministero della Cultura, della Regione Abruzzo, della Provincia di Teramo, della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, della Fondazione Tercas, del BIM (Bacino Imbrifero Montano Vomano), dei Comuni di Canzano Cellino Attanasio, Mosciano Sant’Angelo e Pineto, con il supporto dei Comuni di Castel Castagna, Isola del Gran Sasso d’Italia e Roseto degli Abruzzi.

Il cartellone prosegue l’8 settembre nella Chiesa Russicum di Villa Paris a Roseto degli Abruzzi ci sarà il #noborder trio con Massimiliano Coclite al pianoforte, Francesco Sorrentino al violoncello e Cristiano Formicone al clarinetto. Il 9 settembre Rino De Patre proporrà Sound of the rainbow nel chiostro del convento Santi Sette Fratelli, a Convento e il 16 settembre la rassegna si concluderà con lo spettacolo Turn the Page con Mauro De Federicis quartet nell’Auditorium Sant’Antonio a Mutignano. Tutti i concerti inizieranno alle 21,30.

Ulteriore novità di questa stagione è la collaborazione attiva e sinergica con il GAL Terreverdi Teramane, che in cinque tappe del Festival (dopo le date del 3 e dell’8 agosto anche il 24 agosto e il 9 e il 16 settembre) proporrà visite suggestive dei luoghi e dei borghi ospitanti, accompagnati da ricercate degustazioni delle eccellenze enogastronomiche del territorio a cura dei produttori locali, con l’obiettivo di promuovere gli itinerari turistici tematici della Rete del turismo sostenibile “Tour Terreverdi Teramane”. Il Gal Terreverdi Teramane, infatti, in attuazione della propria Strategia di Sviluppo Locale, sta realizzando il progetto “Gal&Dintorni” con l’obiettivo di favorire la realizzazione di iniziative ed eventi volti alla valorizzazione economica del patrimonio culturale e artistico, delle tradizioni, nonché delle produzioni tipiche locali e delle specificità del proprio territorio. A tal proposito è stato previsto di inserire tra gli eventi di eccellenza in programma per l’anno 2022 la manifestazione Festival “Concerti delle Abbazie”, organizzata dall’Associazione Culturale Luzmek. In questo ambito, il GAL Terreverdi Teramane intende promuovere gli itinerari e percorsi tematici della “Rete Tour Terreverdi Teramane” attraverso cinque eventi dislocati in cinque borghi offrendo ai partecipanti un’esperienza unica, immersiva, autentica e coinvolgente. Obiettivo del progetto è far scoprire i luoghi in un contesto particolare promuovendone il valore e coniugando allo stesso tempo arte (con la musica del Festival Concerti delle Abbazie), gusto (con la valorizzazione delle tipicità enogastronomiche e dei produttori) e cultura (con la valorizzazione di luoghi rappresentativi del territorio e di rara bellezza paesaggistica), il tutto nella cornice suggestiva delle location individuate.