Lun. Ago 8th, 2022

Casa di riposo De Benedictis, visita istituzionale dell’onorevole Zennaro

Casa di riposo De Benedictis, visita istituzionale dell'onorevole Zennaro
Aprile 20, 2022

Sharing is caring!

Scenari positivi e propositivi che passano per il ricorso al Superbonus 110%  ma anche e soprattutto per le attività  che si intende avviare negli spazi restituiti dalla ricostruzione.

 

TERAMO Mattinata di incontri, e confronti, quella che si è svolta ieri alla Casa di riposo “G. De Benedictis”. La struttura residenziale cittadina dell’Asp1 ha infatti ricevuto la visita istituzionale dell’onorevole Antonio Zennaro accompagnato dal consigliere regionale della Lega, Simona Cardinali, e dal coordinatore comunale del partito, Arianna Fasulo.

Sedersi insieme attorno a un tavolo è stato utile per rappresentare loro il pesante passato ereditato nella gestione della struttura, ma anche gli scenari disegnati dal piano di risanamento a cui si è lavorato fin dall’inizio dell’insediamento.

Scenari positivi e propositivi che passano per il ricorso al Superbonus 110%  ma anche e soprattutto per le attività – tutte in asse con le competenze e la storia dell’Asp  – che si intende avviare negli spazi restituiti dalla ricostruzione.

Ai nostri interlocutori abbiamo quindi chiesto un loro forte sostegno, e impegno, in tema di finanziamenti mirati al Sociale così come pure per un contestuale contributo alle maggiori spese da Covid che le strutture sono state chiamate a fronteggiare nel lungo periodo della pandemia.

L’onorevole Zennaro ha rendicontato così l’incontro sulla sua pagina Fb: “Il risanamento di questa azienda pubblica e la valorizzazione del patrimonio con il conseguente miglioramento ed ampliamento dei servizi ai nostri anziani sono un obiettivo fondamentale per Teramo città e per tutto il territorio provinciale. Ringrazio il commissario Roberto Canzio per l’invito”. 

Confortanti le parole del consigliere Cardinali che sottolinea ”il lavoro serio ed incisivo che sta portando avanti il Commissario, insieme alla struttura, con l’obiettivo del risanamento dell’azienda. Confermo quindi il mio impegno nel seguire la parte che più direttamente interessa la Regione per reperire fondi utili al recupero di Villa Ventilj, a Mosciano”.

“Un plauso va al gran lavoro svolto in questi mesi nel mettere a punto il piano di risanamento ma anche per l’attenzione e l’umanità che si possono toccare nel rapporto tessuto con gli ospiti della struttura. Tutti elementi, questi, che – siamo certi – porteranno a risultati concreti. Il Commissario ha dimostrato di avere piena contezza di quanto sia necessaria una visione aziendale e lo ha fatto  da manager che sa ragionare anche con il cuore. E non sempre è così”, queste invece la parole della coordinatrice Fasulo.