Giugno 24, 2024

Poliambulatorio Cellino, la denuncia di Pepe “Anni di bugie e promesse mancate”

Poliambulatorio Cellino, la denuncia di Pepe "Anni di bugie e promesse mancate”

Sharing is caring!

Pepe (PD):”Per Marsilio e Verí la medicina del territorio è solo un concetto da convegni. Anni di bugie e promesse mancate”

 

 

CELLINO “Sono trascorsi altri 7 mesi e dalla Regione non sono arrivate novità circa l’apertura del Poliambulatorio di Cellino Attanasio” esordisce così il Consigliere regionale del Partito Democratico Dino Pepe.

“Insieme al Sindaco, a partire dall’anno scorso, ho più volte sollecitato l’Assessore Verì a definire la vicenda, incassando solo promesse poi sistematicamente disattese, prima fra tutte l’impegno ad attivare la struttura a Febbraio 2023.

Una delle tante situazioni paradossali alle quali ci ha abituato la giunta Marsilio, figlia del disordine e dell’indifferenza: il Comune ha individuato la struttura, di proprietà della Asl, e i Medici di base hanno dato la propria disponibilità a garantire un servizio continuativo, non è comprensibile, quindi, l’immobilismo della Regione” prosegue Pepe.

“L’apertura del Poliambulatorio di via Taraschi riuscirebbe a garantire servizi efficienti ed aggiuntivi come ad esempio, la possibilità, con personale infermieristico, di effettuare prelievi ematici oltre che l’istituzione di moderni ambulatori dedicati alla pediatria di base e ai medici di medicina generale, a questo andrebbe ad aggiungersi anche l’attivazione dell’aggregazione funzionale territoriale (AFT)” sottolinea il Consigliere.

“Evidentemente per Marsilio e Verí il rafforzamento della medicina del territorio è un concetto da convegni e non la messa in campo di azioni concrete in grado di sopperire a situazioni di carenza e alle problematiche sollevate dai cittadini. La giunta regionale non riesce ad aprire il poliambulatorio di Cellino già pronto da tempo, figuriamoci l’ospedale di Teramo, nonostante l’uscita dal commissariamento e la fine della cartolarizzazione del debito sanitario” conclude Pepe.

About Author