Sab. Mag 28th, 2022

Pescara, incontro Fiab: presto undici nuovi chilometri di piste

Pescara, incontro Fiab: presto undici nuovi chilometri di piste
Aprile 20, 2022

Sharing is caring!

Grazie a un recente finanziamento europeo da 3 milioni di euro rientrante nel Pnrr, potremo peraltro ampliare la rete ciclabile

 

PESCARA Un incontro costruttivo quello di questa mattina a palazzo di città con l’associazione Fiab sui temi della mobilità sostenibile e della cicloviabilità. Vi hanno preso parte il sindaco Carlo Masci, l’assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia, il consigliere Giampiero Lettere e, per La Federazione italiana Ambiente e Bicicletta, Filippo Catania e Giancarlo Odoardi.

Nella circostanza l’amministrazione ha sottolineato l’importanza dei risultati ottenuti negli ultimi due anni, riconosciuti proprio di recente con il capoluogo adriatico che è risultato ottavo in Italia per la mobilità condivisa nella classifica stilata  dall’Osservatorio nazionale sulla sharing mobility (iniziativa del Ministero della Transizione ecologica, del Ministero delle Infrastrutture e della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile).
Il sindaco Carlo Masci ha rimarcato come la città <stia manifestando chiari segnali di volontà di cambiamento e di crescita della cultura della mobilità sostenibile. Ora, grazie a un recente finanziamento europeo da 3 milioni di euro rientrante nel Pnrr, potremo peraltro ampliare la rete ciclabile con ulteriori undici chilometri di piste, raggiungendo e superando i 50 chilometri complessivi>.
Per Luigi Albore Mascia questo salto di qualità trova conferma <nei rilevamenti effettuati, dal 7 aprile 2021 allo stesso giorno dell’anno in corso, dai quattro conta-bici posizionati sui lungomare Nord e Sud, in via Valle Roveto e in Viale Leopoldo Muzii. Sono stati infatti oltre 1,6 milioni i passaggi registrati>.
Nel corso della riunione lo stesso sindaco Masci e l’assessore Albore Mascia hanno raccolto le proposte della Fiab in merito alla possibilità di realizzare posti-bici aggiuntivi, rispetto all’attuale disponibilità lungo le vie della città, e alla possibilità di valutare nuove soluzioni di mobilità ciclabile lungo viale Marconi che siano compatibili con le infrastrutture attuali
.