Gio. Feb 2nd, 2023

Mazzocca alla Commissione Ambiente ed Energia

Al via il piano Regione-Cea-Comuni per progetti di educazione ambientale per le scuole
Luglio 20, 2017

Sharing is caring!

Le Regioni hanno posto l’accento sulla necessità di incrementare lo sviluppo delle rinnovabili al fine di accelerare l processo di decarbonizzazione 

L’AQUILA Si è riunita questa mattina a Roma, nella sede del Cinsedo in via Parigi, la “Commissione Ambiente ed Energia” della Conferenza delle Regioni per l’approvazione del documento finale di osservazioni alla Strategia Energetica Nazionale ed al “Clean Energy Package”. Lo rende noto il sottosegretario alla Presidenza della Regione, con delega all’Ambiente, Mario Mazzocca che ha partecipato alla riunione. Secondo quanto riferisce lo stesso Mazzocca, “le Regioni hanno posto l’accento sulla necessità di incrementare lo sviluppo delle rinnovabili, attività che dovrà essere tanto più consistente quanto meno saranno incisive la azioni per migliorare l’efficienza energetica”. L’intento comune, infatti, è quello di contribuire ad imprimere una decisa accelerazione al processo di decarbonizzazione del sistema: il phasing out del carbone.

Il sottosegretario riferisce che al documento proposto dalle Regioni e provincie autonome italiane, “come avviene da tre anni a questa parte, l’Abruzzo ha dato il suo solito e fattivo contributo redigendo una parte importante del documento approvate nella seduta odierna e giá recepite dalle altre regioni come best practices”.

Le proposte hanno riguardato:

1. Ristrutturazione rete infrastrutturale elettrica, con particolare riferimento alle zone colpite dagli eventi calamitosi dell’inverno scorso (Abruzzo e Marche), con una specifica raccomandazione al tempestivo avvio di adeguati investimenti nel settore delle tecnologie “Smart Greed”; 2. Promozione di strategie ed iniziative a sostegno dell’auto approvvigionamento energetico delle aziende (conformemente a quanto indicato e suggerito dalla Carta di Pescara);

3. Definizione di strategie puntuali e decisa implementazione delle attività di supporto alla ricerca sulla produzione, stoccaggio e distribuzione dell’idrogeno finalizzato all’utilizzo nel comparto del trasporto stradale sia pubblico che privato;

4. Incentivazione dei finanziamenti ai laboratori e centri di ricerca universitari e valorizzazione delle attività di testing, prototipazione e brevetti.

La Conferenza delle Regioni, al termine della riunione, ha incaricato l’Abruzzo di farsi carico della predisposizione di una prima proposta operativa, da sottoporre al Coordinamento Ambiente ed Energia, circa la ripartizione dei fondi “social card” di cui alla legge n. 99/2009” relativi alla riduzione del prezzo della benzina alla pompa.

Infine, per quanto riguarda la governance, si è proposto di sviluppare le attività con la strategia bottom-up (programmazione locale partecipata e condivisa), con particolare riferimento a strategie ed azioni di adattamento ai cambiamenti climatici in atto.