Ven. Ott 7th, 2022

Studenti denunciano restrizioni all’Università degli Studi dell’Aquila

Studenti denunciano restrizioni all’Università degli Studi dell'Aquila
Luglio 14, 2022

Sharing is caring!

Tutto ciò non è altro che una presa in giro per gli studenti aquilani perché sono proprio gli spazi gestiti dall’ADSU”

L’AQUILA Il Blocco Studentesco denuncia le restrizioni anti-covid nelle strutture dell’Università degli Studi dell’Aquila gestite dall’ADSU rispondendo al loro presidente Eliana Morgante.

“Ci sentiamo il dovere di replicare in merito alla questione delle restrizioni anti-covid – afferma con una nota il Blocco Studentesco – alle parole del presidente dell’Azienda per il Diritto agli Studi Universitari (ADSU) della provincia dell’Aquila, Eliana Morgante, la quale ha recentemente affermato ‘stiamo lavorando al ritorno, il prima possibile, alla normalità con l’attenuarsi della morsa della pandemia che in questi oltre due anni ha penalizzato tutti noi, ma soprattutto gli studenti’.”

“Tutto ciò non è altro che una presa in giro per gli studenti aquilani perché sono proprio gli spazi gestiti dall’ADSU gli unici in cui si continuano ad imporre anacronistiche misure di sicurezza come la capienza ridotta al 50%, la mascherina all’interno delle strutture e chiusure a metà giornata. Evidentemente – prosegue la nota del Blocco Studentesco – il concetto di ‘normalità’ per coloro che gestiscono queste strutture è parecchio bizzarro.”

“Gli studenti sono stanchi di questa situazione di nostalgismo per le pesanti restrizioni anti-covid degli anni scorsi, ed anche in virtù del fatto che lo stato di emergenza è cessato il 31 marzo, quindi da più di tre mesi fa, noi del Blocco Studentesco – conclude la nota – esigiamo la cessazione di tutte quelle restrizioni non più perentoriamente imposte dallo stato, in quanto stanno solo complicando la vita degli studenti, solo così ci potrà essere un vero ritorno alla normalità.”