Ven. Ago 12th, 2022

Mosciano, bonifica e chiusura della discarica Santa Maria Assunta: 4 milioni dal ministero dell’Ambiente

Ottobre 19, 2017

Sharing is caring!

Trova un punto di svolta decisivo l’annosa questione della chiusura definitiva della discarica S. Maria Assunta di Mosciano Sant’Angelo.

MOSCIANO Con nota del 16 Ottobre, trasmessa dal Ministero dell’Ambiente al Presidente Luciano D’Alfonso, ha finalmente avvio l’iter per il trasferimento in tempi brevi delle somme stanziate quasi un anno fa dal Governo tramite il CIPE (Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020) per gli interventi di bonifica e post gestione delle discariche sottoposte a procedura d’infrazione comunitaria. Ben 4 milioni di euro saranno destinati agli interventi inerenti la discarica moscianese e sottoposti dall’Amministrazione all’attenzione degli organi di governo regionale e nazionale.

“Questa amministrazione – dichiara il sindaco Giuliano Galiffi – sin dal suo insediamento ha avuto l’obiettivo di perseguire il reperimento delle somme necessarie per attuare un intervento completo e definitivo sulla discarica di S. Maria Assunta. Sarebbe stato impossibile per l’Ente gravare di un pesante mutuo le casse comunali per poter eseguire i lavori se non a condizione di bloccare ogni altra forma di investimento e programmazione per altri importanti progetti che stiamo portando avanti, a partire dalla costruzione della nuova scuola primaria. E’ un risultato che oggi arriva e che segna un nuovo punto di partenza per procedere nel più breve tempo possibile, appena perfezionato il trasferimento dei fondi stanziati, alla progettazione esecutiva e poi all’esecuzione dei lavori. L’impegno assiduo dell’amministrazione e degli uffici tecnici comunali, che hanno dato un apporto fondamentale, e il supporto decisivo del governo regionale hanno permesso di ottenere un risultato che molti ritenevano impossibile da raggiungere”

“Il risultato più importante perseguito con questo finanziamento è chiudere una cicatrice sul nostro territorio in termini ambientali e paesaggistici – ha proseguito Luca Lattanzi, vicesindaco e assessore all’ambiente – ripristinando i luoghi in condizioni ecocompatibili e senza inquinamento. La discarica di S. Maria Assunta è stata in passato utilizzata da tutta la Provincia di Teramo e anche oltre e fu riaperta, dopo essere stata chiusa dall’Amministrazione, su decisione del Prefetto e della Provincia per far fronte ad un’emergenza rifiuti nel periodo a cavallo con l’entrata in vigore di nuove normative che rendevano molto più onerose le condizioni di chiusura: questo finanziamento rende giustizia in parte al territorio moscianese che non sarà gravato da ulteriori spese per la gestione di un sito che è stato utilizzato a vantaggio di tutta la collettività provinciale”

A conclusione della nota dell’Amministrazione Comunale anche il capogruppo di Mosciano Democratica e consigliere Provinciale Mirko Rossi dichiara che “tre anni di lavoro continuo, tecnico e politico, in stretta sinergia con il governo regionale e i contatti istituzionali avuti con il Ministero dell’Ambiente hanno permesso di ottenere questo finanziamento. La chiusura della discarica di S. Maria Assunta era uno degli obiettivi prioritari del nostro programma di mandato, forse tra i più complessi da raggiungere. Abbiamo ora la certezza che potremmo arrivare a completarlo, la sfida sarà ora farlo nel minore tempo possibile.”