Sab. Lug 2nd, 2022

Roseto, convegno in ricordo dei militari italiani caduti dopo l’8 settembre

Roseto, convegno in ricordo dei militari italiani caduti dopo l'8 settembre
Aprile 28, 2022

Sharing is caring!

Sono 111 i Carabinieri che caddero uccisi dai partigiani albanesi.

ROSETO A cura dell’Istituto Nazionale per le Guardie d’onore alle Reali tombe del Pantheon – Sezione di Teramo, e con il patrocinio del Comune di Roseto degli Abruzzi, si svolgerà sabato 30 aprile il convegno in ricordo dei militari italiani dopo l’8 settembre 1943 e in ricordo dei Carabinieri della “Colonna Gamucci”.
Il convegno storico, dal titolo: “La sorte dei militari italiani dopo l’8 settembre”, si terrà all’interno dei saloni di Villa Paris (Via F. Marcacci, 1, 64026, Roseto degli Abruzzi) e si svolgerà dalle 9.30 alle 12.30.
Nell’occasione verrà raccontata, attraverso l’approfondimento del libro “L’eccidio della Colonna Gamucci”, la storia e il sacrificio dei Carabinieri Reali in Albania comandati dal Colonnello dei Carabinieri Giulio Gamucci.
Sono 111 i Carabinieri che caddero uccisi dai partigiani albanesi. Il libro intende portare alla luce i fatti di quello che, dopo Cefalonia (un Carabiniere di Giulianova – poi vissuto a Roseto degli Abruzzi – fu fucilato dai tedeschi sull’isola), gli storici definiscono il più crudele “omicidio” perpetrato contro militari italiani e sui quali si è taciuto per troppi lunghi anni, rendendo onore a coloro che hanno dato la vita per la Patria.

Il programma prevede: Saluti istituzionali del Sindaco della città di Roseto degli Abruzzi Mario Nugnes; Saluti istituzionali dell’Assessore alla Cultura di Roseto degli Abruzzi Francesco Luciani; relazione del prof. William Di Marco, docente e storico di Roseto degli Abruzzi, sui fatti successivi all’armistizio e la sorte degli internati militari italiani; relazione di Antonio Magagnino, storico e autore del libro sulla sorte dei Carabinieri in Albania; relazione di Domenico Caccia sulle attività tese all’individuazione e al recupero delle salme dei tanti militari sepolti in fosse comuni dopo le fucilazioni indiscriminate dei tedeschi e altre formazioni militari (Domenico Caccia è il Segretario Generale Istituto del Nastro Azzurro: ricorda e rappresenta i Decorati italiani di Medaglia al Valor Militare, dalle guerre d’indipendenza fino all’attualità).

Modera l’incontro Walter De Berardinis (giornalista, ricercatore storico e delegato provinciale dell’I.N.G.O.R.T.P. di Teramo).

Alla manifestazione presenzieranno anche tre classi del Liceo Saffo e una dell’Istituto Moretti.

Come amministrazione di Roseto degli Abruzzi siamo orgogliosi di ospitare un evento che ricorda il sacrificio dei nostri militari dopo l’Armistizio – afferma il sindaco Mario Nugnes – Un’occasione di riflessione sulla tragedia della guerra che arriva in un momento in cui in Europa tornano a parlare le armi e a diffondersi l’odio e la paura. Sono onorato, infine, di ospitare nella mia città due illustri ospiti illustri come lo studioso Magagnino e il segretario generale Caccia, che rappresentano due istituzioni nell’ambito dello studio della storia. Ringrazio, infine, Walter De Berardinis per aver scelto la città di Roseto per organizzare questa importante manifestazione”.