Gio. Set 29th, 2022

Pineto, presentazione di “Espressioni d’Abruzzo. Sguardi nella pandemia”

Pineto, presentazione di “Espressioni d’Abruzzo. Sguardi nella pandemia”
Settembre 23, 2022

Sharing is caring!

“Espressioni d’Abruzzo. Sguardi nella pandemia” di Massimo Avenali, Evelina Frisa, Emilio Maggi e Cristina Mosca

 

 

PINETO “Espressioni d’Abruzzo. Sguardi nella pandemia” è questo il titolo del libro i cui testi sono firmati dalla giornalista Evelina Frisa e dalla scrittrice Cristina Mosca le quali hanno incontrato e intervistato venti personalità del mondo culturale, dello spettacolo, dell’arte e dello sport legate all’Abruzzo, per origine o per scelta di vita, e hanno raccolto le loro illuminanti testimonianze. A impreziosire l’opera, edita da Hatria Edizioni, gli scatti fotografici di Massimo Avenali e Emilio Maggi. Parole e immagini che, unite, restituiscono sguardi sulla pandemia con i quali empatizzare, ritrovarsi o semplicemente per riflettere e trarre una sorta di bilancio di quello che è stato, provando a coglierne le conseguenze nel lungo periodo. L’opera, la cui prefazione è stata curata dal giornalista Rai Antimo Amore, sarà presentata nella Sala Corneli di Villa Filiani a Pineto il 27 settembre 2022 alle 18 dagli autori e da alcuni intervistati. Interverranno inoltre il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio e il consigliere del Comune di Pineto delegato al Pineto Progetto Cultura, Ernesto Iezzi. Al termine della presentazione al piano terra di Villa Filiani verrà inaugurata la mostra fotografica collegata al volume che sarà visitabile gratuitamente fino al primo ottobre 2022 dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19,30. L’iniziativa si avvale del patrocinio del Comune di Pineto.

 

Dopo la prima presentazione dell’opera e dopo il primo allestimento della mostra all’Aurum di Pescara lo scorso 7 agosto, Espressioni d’Abruzzo prosegue quindi il suo viaggio nella regione consentendo ai lettori e ai visitatori dell’esposizione di approfondire – con sguardi e parole – l’impatto che la pandemia ha avuto sulle nostre vite. Le venti personalità intervistate e fotografate nell’opera sono: Erica Abelardo; Gino Bucci; Angela Capobianchi; Vincenzo D’Aquino; Fabrizia D’Ottavio; Elisa Di Eusanio; Giovanni Di Iacovo; Donatella Di Pietrantonio; Dacia Maraini; Dante Marianacci; Peppe Millanta; Millo; Simona Molinari; Daniela Musini; ‘Nduccio; Edoardo Oliva; Massimo Pamio; Remo Rapino; Stefano Schirato e Francesco Vantaggio.

 

Da tutte le testimonianze raccolte nel libro – si legge nella prefazione di Antimo Amoreci vengono offerti spunti di riflessione su come rielaborare l’esperienza vissuta e ripartire. Dopo la tempesta non ci si può illudere di tornare al passato dimenticando, rimuovendo ciò che è accaduto. È necessario uno sforzo, individuale e collettivo, per ripensare il presente e per progettare il futuro”.