Ven. Dic 2nd, 2022

Martinsicuro, stazione ferroviaria: le precisazioni del Pd

Martinsicuro, stazione ferroviaria: le precisazioni del Pd
Novembre 18, 2022

Sharing is caring!

La Fermata Ferroviaria Metropolitana a Martinsicuro ha mosso i primi passi con l’Amministrazione Maloni (2002/2007)

 

 

MARTINSICURO “La Regione porta a compimento un’opera, quella della fermata ferroviaria di Martinsicuro, le cui basi furono poste dalla Giunta precedente”. A dichiaralo è il Pd Val Vibrata.

“Avremmo voluto semplicemente manifestare il nostro apprezzamento per un progetto portato a compimento, ma le dichiarazioni sempre scomposte del Sottosegretario D’Annuntiis, evidentemente sempre più nervoso per la lunga serie di insuccessi, dal ripascimento della spiaggia di Alba Adriatica al Ponte sul Tronto, rendono necessarie alcune precisazioni” sostiene il Coordinamento del Partito Democratico della Val Vibrata.”

 “La Fermata Ferroviaria Metropolitana a Martinsicuro ha mosso i primi passi con l’Amministrazione Maloni (2002/2007), precisamente con i Programmi PRUSST con cui si realizzò la struttura di base. 

Successivamente, fu realizzato il sottopasso di via Colombo (2007/2012).  Nel febbraio 2016, per volontà dei martinsicuresi si costituì  il Comitato presso la Pro Loco di Martinsicuro, che pose all’ordine del giorno l’opera pubblica” prosegue la nota.

“Il Comitato costituitosi e presieduto da Mauro Paci, incontrò il sostegno di diversi Enti che diedero vita a un intenso lavoro preliminare, ma fondamentale, fatto di incontri, trattative e progetti.

Vogliamo ricordare i principali passaggi: grazie all’impegno dei Consiglieri regionali Luciano Monticelli e Dino Pepe, che indicarono il percorso  da seguire, l’Amministrazione Camaioni pose in essere le giuste azioni per la realizzazione dell’Opera Pubblica; la Giunta della Regione Abruzzo coinvolse le Ferrovie dello Stato e l’Amministratore di RFI per fare lo studio, la progettazione ed una convenzione con la quale si ripartivano al 50% i costi e si stabiliva la soluzione tecnica per avere la possibilità della fermata tra gli impianti di Alba Adriatica e Porto d’Ascoli” aggiungono i Dem e concludono:”A questo punto, mancava solo l’ultima parte per la realizzazione della fermata, ma gli investimenti già programmati e finanziati dalla giunta regionale precedente , 700 mila euro per la realizzazione del lungomare, 400 mila per il ponte sul Vibrata, 1.100.000 per il ponte ciclabile sul Tronto e 14 milioni per la nuova condotta idrica litoranea, non diede la possibilità di coprire i costi per una realizzazione immediata.

La Giunta Marsilio, dunque, ha recuperato il progetto finanziandolo e consegnando l’opera pubblica”.