Sab. Lug 2nd, 2022

Cultura, Febbo: non esiste solo la Tiboni. Massima trasparenza per intero comparto

Carta degli aiuti, Febbo replica al centrosinistra: "Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire"
Aprile 11, 2020

Sharing is caring!

Massima trasparenza e compiutezza all’azione di garanzia dell’Ente Regione, a fronte della presenza di soggetti che si sobbarcano iniziative di spessore

 

PESCARA “Nulla di nuovo sotto il sole. Le rivendicazioni dell’avv. Carla Tiboni erano ampiamente prevedibili, quasi un lascito testamentario, in virtù di una presunta egemonia culturale che, dati alla mano, non è né da paventare né da vantare”. Questo il commento dell’Assessore Regionale, Mauro Febbo.

“Le geremiadi si palesano puntualmente ad ogni notizia afferente la produzione di determine di finanziamento di attività culturali che, fortunatamente, non vedono protagonista solo l’Associazione Flaiano. La stessa, per inciso e per legittima ammissione dell’avv. Tiboni, ha avuto nel corso del 2019 un finanziamento pari a 40.000 € che, ad onor del vero, non credo sia un’inezia, a fronte del budget complessivo dei capitoli riservati alle Attività Culturali. Non solo! In data 3 marzo 2020 – prosegue Mauro Febbo – il Servizio Beni ed Attività Culturali Regionale ha inoltrato una comunicazione all’Associazione, in cui ha precisato l’inammissibilità di un’istanza, relativa proprio ai Premi, in quanto la stessa risulta già beneficiaria del contributo concesso da parte del Consiglio Regionale. Delle due, una, insomma!”

“Infine, per esorcizzare la tentazione da parte di chicchessia di ritenersi unto dal Signore, il mio assillo – conclude Mauro Febbo – è quello di garantire la massima trasparenza e compiutezza all’azione di garanzia dell’Ente Regione, a fronte della presenza di soggetti che si sobbarcano iniziative di spessore, rilevanti ed estese nel tempo e nello spazio. Nessun ostracismo, insomma, anzi la giusta considerazione dettata dall’ alta capacità specialistica di discernimento delle strutture regionali”.