Luglio 21, 2024

Montorio: “sugli affidamenti in house alla mo.te. spa il sindaco non risponde e anzi minaccia le opposizioni”

Montorio, minoranza "la “nuova” maggioranza sostiene Montorio, Facciolini da chi viene sostenuto?"

Sharing is caring!

Intanto continua la telenovela in maggioranza tra tradimenti e consiglieri che rientrano con la coda tra le gambe

 

MONTORIO “Purtroppo per il Sindaco Facciolini studiamo bene le carte e siamo costantemente in Comune per informarci e cercare di capire…per questo motivo non possiamo che metterci le mani “nei capelli” nel vedere quanto spregiudicata e poco democratica sia la gestione amministrativa messa in campo da lui e da quel che resta della sua maggioranza” dichiarano i Consiglieri di opposizione Marco Citerei e Gabriella Zuccarini di “Montorio che Vive”, Andrea Guizzetti e Paolo Sacchini di “Montorio Avanti Insieme”, e Alessia Nori del “Gruppo Misto”.

“Prima di scendere nello specifico e di smontare, pezzo pezzo, le parole vuote e piene di livore del “Sindaco più attaccato alla poltrona e meno democratico mai visto”, ci permetta di spiegargli, per l’ennesima volta, che il ruolo dell’opposizione è quello di vigilare, controllare e fare proposte per il bene della collettività, quindi se ne faccia una ragione, noi proseguiremo a svolgere il ruolo che i cittadini ci hanno affidato e, se serve, faremo centinaia di comunicati, anche migliaia, per denunciare la sua pessima ed inappropriata gestione della cosa pubblica. Purtroppo per lui servono a poco i suoi tentativi di intimorirci o mistificare la realtà, noi andremo avanti e smetteremo di farlo solo se lui dimostrerà, finalmente, di lavorare per il bene di Montorio e della sua gente, e non solo per interessi personalistici, mosso dalla “longa manus” del suo Assessore di fiducia, vera anima nera e “cancro” di questa Amministrazione” prosegue la nota.

“Ma entriamo nello specifico dei suoi risibili tentativi di giustificare questa “mala gestio” di servizi così importanti: da sempre i servizi di manutenzione ordinaria sono oggetto di affidamento diretto? Falso, lo sono stati quando erano singoli servizi, sotto i 40 mila euro, non quando potevano essere affidati con un unico bando con gara e sono stati appositamente spacchettati in tanti mini-interventi al solo fine di essere affidati direttamente. Affidare questi servizi alla Mo.Te. Spa consente di usare risorse già interne all’azienda e impiegate sul nostro territorio? Per noi la tutela dei lavoratori non si mette in discussione, infatti ci siamo battuti quando sono stati lasciati a piedi e senza stipendi dall’Amministrazione, e continueremo a farlo. Ricordiamo però all’imprenditore Facciolini che un Comune non si gestisce come una azienda privata, non si affidano incarichi alla “come mi pare”, ma soprattutto che ci sono decine e decine di imprese, anche montoriesi, che avrebbero voluto partecipare alla gara d’appalto per questi servizi, cosa che non hanno potuto fare per un palese abuso suo e del suo Assessore di fiducia! Affido in prova di servizi e per un periodo limitato? Questa è una barzelletta vera e propria, mai sentita prima, se un Comune deve affidare dei servizi lo deve fare in toto e non in prova, ma soprattutto tramite bando ad evidenza pubblica…altrimenti sarebbe facile spacchettare appalti da milioni di euro frazionandone somme e tempistiche affidandole a chi vogliamo noi! Sull’ultimo punto sorvoliamo, perché come sa bene il Sindaco Facciolini lui, a fine anno, non ci arriverà quindi è inutile che programmi troppo in là…tanto più che la Città è ferma dallo scorso giugno a causa delle beghe interne alla sua maggioranza” sottolineano i Consiglieri di opposizione.

“Insomma, ancora una volta, ad accuse precise e circostanziate il primo cittadino risponde “farfugliando scuse senza senso”, non fornendo le risposte richieste e comportandosi come un bambino capriccioso preso con le mani nella marmellata” concludono Marco Citerei, Gabriella Zuccarini, Andrea Guizzetti, Paolo Sacchini e Alessia Nori. “Allora noi ci riproviamo: Sindaco è vero che ha trovato la quadra ricompattando, si fa per dire, la sua maggioranza grazie all’aiuto delle lusinghe e delle minacce dei partiti nazionali…e di laute promesse di incarichi? E’ vero che Diomira Nibid, costretta dalla Lega, tornerà a fare l’Assessore dopo averla riempita di male parole e aver tradito gli altri due Consiglieri dissidenti Colangeli e Valleriani? E’ vero che ha minacciato Fratelli d’Italia di far tornare all’ovile Valleriani dal quale pretende anche scuse pubbliche e formali? E’ vero che aveva promesso un assessorato a Di Marcantonio, ma dovrà rimangiarsi la parola perché la Lega ha blindato il Vice-Sindaco e lei, mai e poi mai, rinuncerebbe al suo fedelissimo Assessore Rastelli?? E’ vero che i partiti, in cambio dell’abiura dei dissidenti, le hanno chiesto la testa di Nina Nori perché non vogliono avere a che fare con il suo scomodo padre e al suo posto le stanno imponendo un Assessore donna esterno e lei vorrebbe far entrare una sua fedelissima, Mariella Calisti, sperando che almeno questa non le crei nuove beghe in Giunta? Visto che di problemi reali del territorio non ci vuole parlare ci dica almeno a che punto è la tragicommedia della sua sgangherata maggioranza!”.

“Sa, dopo che questa estate aveva chiesto l’aiuto delle minoranze per cacciare i suoi Consiglieri dissidenti e dopo che vi siete riempiti di male parole, oramai non sappiamo più cosa attenderci da lei! Lo chiediamo nella speranza che, sistemato tutto con minacce, pressioni e laute ricompense…il tutto alla faccia dei montoriesi, possiate tornare, almeno per sbaglio, ad occuparvi un pochettino di Montorio ed i suoi problemi…sempre se questa umile richiesta non vi disturba”.

About Author