Lun. Dic 5th, 2022

Giulianova, arrivati 103 minorenni fuggiti dall’Ucraina

Giulianova, arrivati 103 minorenni fuggiti dall’Ucraina
Aprile 29, 2022

Sharing is caring!

Il gruppo di giovani è stato ospitato in un hotel giuliese dove il personale Asl ha allestito un ambulatorio ad hoc per tamponi e vaccinazioni.

GIULIANOVA Questa notte, a bordo di 3 pullman, sono arrivati a Giulianova 103 minorenni (tra i 3 e i 17 anni) fuggiti dall’Ucraina, con 10 accompagnatrici.
Il gruppo di giovani è stato ospitato in un hotel giuliese dove il personale Asl ha allestito un ambulatorio ad hoc per tamponi e vaccinazioni.
Ad attendere i bambini era presente il personale della Protezione Civile regionale (con il direttore Mauro Casinghini) e comunale, quello della Croce Rossa e una squadra della Asl composta da due medici, tre infermieri, un assistente sanitario e un farmacista. A dirigere le operazioni i dottori Paolo Calafiore e Dimitrios Kaliakoudas. Presente anche il vicesindaco di Giulianova Lidia Albani.
All’arrivo, sia ai bambini che alle accompagnatrici, è stato effettuato un tampone antigenico e tutti sono risultati negativi.
Questa mattina, inoltre, i giovani profughi sono stati visitati da un’equipe della Pediatria del Mazzini: sono in buono stato di salute, anche se provati dalle esperienze degli ultimi giorni.
 Da lunedì il Sisp avvierà l’iter per le vaccinazioni obbligatorie ed eventualmente per quelle Covid-19
 I pediatri di libera scelta si sono resi disponibili per stare nella struttura ricettiva per un’ora al giorno, a rotazione, per ogni necessità sanitaria dei piccoli.
”Ringrazio i pediatri di libera scelta e tutto il nostro personale che si è reso disponibile per organizzare la macchina dell’accoglienza, in collaborazione con il Comune di Giulianova – ha commentato il direttore generale della Asl, Maurizio Di Giosia – ci prenderemo cura dei giovani profughi appena arrivati. Le operazioni di accoglienza stanotte e stamattina si sono svolte con velocità e precisione, in modo da rendere tutto più agevole e meno gravoso per i minori”.