Mar. Ago 9th, 2022

Perdonanza celestiniana candidata Patrimonio immateriale dell’Unesco

Maggio 17, 2017

Sharing is caring!

Incontro con il Ministero dei Beni e delle attività culturali per la candidatura della Perdonanza nel patrimonio culturale  dell’umanità

L’AQUILA Una commissione abruzzese di storici e studiosi di Celestino V ha incontrato al Ministero dei Beni e delle attività culturali il segretario Recchia al fine di rendere operativa l’istituzione della Perdonanza celestiniana a patrimonio immateriale dell’Unesco. La Perdonanza è l’unica candidata in Italia per il 2017 e  la città dell’Aquila, fulcro della Perdonanza celestiniana, celebra ogni 28 agosto il dono del Perdono voluto da Papa Celestino. Solo nel dicembre 2018 l’Unesco esprimerà un parere definitivo in merito alla candidatura, nel frattempo saranno definite manifestazioni per la promozione dell’evento. Il professore Di Renzo, inviato all’Unesco ha spiegato: “La Commissione nazionale italiana Unesco ha inviato la candidatura della Perdonanza celestiniana per l’iscrizione nel patrimonio culturale immateriale dell’umanità, dando seguito a tutte le indicazioni pervenute nel 2018 si celebrerà l’anno europeo del patrimonio culturale: una felice coincidenza per la candidatura della Perdonanza a patrimonio immateriale dell’umanità, anche in virtù di una patrimonializzazione della cultura e dell’internazionalizzazione dell’evento. La Perdonanza è stata individuata come candidatura unica per l’Italia, con una rilevanza nazionale non trascurabile. Un bene unico, sempre più condiviso dalla collettività e dalla comunità locale. Non un valore statico, ma in continua evoluzione, in grado di soddisfare appieno le richieste dell’Unesco, a partire dai principi di fratellanza e spiritualità insiti nel messaggio di Papa Celestino V”.