Mer. Ott 5th, 2022

Sicurezza scuole: se ne discute al consiglio comunale di Chieti

Pescara, esenzione del pagamento dei pasti a scuola per minori disabili
Aprile 11, 2017

Sharing is caring!

Il M5S propone 2 ordini del giorno: anagrafe edilizia scolastica e manutenzioni ed adeguamenti degli edifici 

CHIETI Il Movimento 5 Stelle di Chieti ha disposto due ordini del giorno per il prossimo consiglio comunale, ci si torna ad occupare di scuola. Il primo vorrebbe l’aggiornamento del sito internet del MIUR “Scuole in chiaro” con la trasmissione da parte del Comune dei dati riguardanti l’anagrafe edilizia scolastica; il secondo propone l’istituzione di un “Fascicolo di Istituto”, un documento dal quale ricevere notizie relative alle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria e lo stato di adeguamento dei singoli edifici scolastici alle normative tecniche previste in materia di sicurezza. I due portavoce del movimento ritengono che “fornire delle informazioni corrette e complete ai genitori degli alunni sia il primo necessario passo da compiere se vogliamo perseguire ed ottenere l’obiettivo della sicurezza degli edifici nei quali i nostri figli trascorrono gran parte delle loro giornate”. La consigliera Manuela D’Arcangelo spiega “l’interrogazione discussa durante la seduta del 31 marzo avrebbe dovuto far luce e chiarire alcuni aspetti controversi, come quello relativo al possesso da parte dei dirigenti scolastici, degli studi di vulnerabilità sismica degli edifici tuttavia, abbiamo dovuto prendere atto del permanere della situazione di incertezza visto che da un lato il Comune, per tramite dell’assessore Di Felice, sostiene di aver reso disponibili tali dati e dall’altro, i dirigenti scolastici sostengono l’esatto contrario”. Il capogruppo Ottavio Argenio ritiene che “se il Consiglio comunale dovesse approvare questi ordini del giorno si verrebbe a creare un sistema di informazione corretto e completo che da un lato, consentirebbe ai dirigenti scolastici di conoscere in maniera ufficiale la situazione degli edifici di cui sono responsabili unitamente al Comune e dall’altro, consentirebbe ai genitori di poter accedere con estrema facilità a tali informazioni. Il Fascicolo di Istituto infatti potrebbe essere pubblicato sui siti internet istituzionali andando ad integrare le informazioni contenute nella pagina “Scuole in Chiaro” del MIUR che ad oggi, purtroppo, contiene informazioni inutili poiché risalenti nel tempo”. “Il nostro auspicio – dicono infine i due portavoce – è che il Consiglio comunale recepisca queste istanze e dimostri concretamente il suo impegno nel conseguire l’obiettivo di donare, di qui a breve, alla città di Chieti delle scuole realmente sicure”.