Mer. Ott 5th, 2022

Teramo, da rivedere il regolamento sulla piccola pesca nell’area marina protetta

Aprile 27, 2017

Sharing is caring!

Si richiede al Ministero dell’Ambiente e alla AMP del Cerrano la gestione sostenibile della risorse ittiche e la salvaguardia della fauna

TERAMO Con decreto del ministero dell’Ambiente del 12 gennaio 2017 è stata regolamentata l’attività di piccola pesca nell’ Area Marina Protetta Torre di Cerrano. Le Associazioni Marevivo, Delegazione Abruzzo, LIPU Abruzzo e Pro-Natura Abruzzo hanno recentemente scritto a questo proposito al presidente dell’Area Marina Protetta e al ministero dell’Ambiente chiedendo una rivisitazione del Regolamento. Al momento infatti questo legittima ed autorizza modalità della cosiddetta piccola pesca che sono tutt’altro che piccole e chiaramente incompatibili con l’Area Marina Protetta (Amp), che sono prima di tutto la tutela dell’ecosistema marino con particolare riferimento alla fauna. Nel periodo primaverile-estivo le acque dell’Area Marina Protetta sono letteralmente invase dalle attrezzature della piccola pesca. Le reti possono essere lunghe alcune centinaia di chilometri, formando veri e propri labirinti, in cui pesci, tartarughe marine, uccelli marini e delfini possono facilmente restare impigliati. Le associazioni – prosegue la nota – avevano fatto presente a suo tempo questa grave situazione al ministero e agli organi di gestione dell’Area Marina Protetta chiedendo che nel Regolamento si adottassero misure relative alla gestione della piccola pesca volte a ridurne l’impatto sulla fauna. Nel nuovo Regolamento approvato con decreto del ministro dell’Ambiente del 12 gennaio non si è tenuto minimamente conto dell’ipotesi di gestione suggerita. Anzi si legittima il forte impatto ambientale della piccola pesca sulla fauna marina. Le associazioni chiedono quindi ancora una volta al ministero dell’Ambiente e all’Area Marina Protetta Torre di Cerrano di rivedere il Regolamento allo scopo di assicurare una gestione sostenibile delle risorse ittiche e la salvaguardia delle altre specie animali.