Mar. Ago 9th, 2022

Indagini sull’house sharing in Abruzzo

Aprile 11, 2017

Sharing is caring!

Condividere la propria casa con degli estranei, le idee della popolazione abruzzese secondo un’idangine condotta da Sara Assicurazioni

PESCARA Arriva in Abruzzo una ricerca dell’Osservatorio di Sara Assicurazioni, la compagnia assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia, sull’House Sharing. Secondo questa indagine un terzo della popolazione abruzzese condividerebbe la propria casa, il fenomeno estero è in continua crescita anche in Italia, dove da sempre si è legati alla propria casa. Il 36% degli abruzzesi metterebbe in comune spazi e ambienti con altre persone, il 10% non esclude di farlo nel prossimo futuro. È un dato molto rilevante dato che la casa è da sempre luogo di intimità, quello in cui ci si sente sereni e rilassati (per il 73%), ma anche un bene affettivo (per il 46%), da trasmettere ai figli (per il 27%). Se da una parte una buona parte degli abruzzesi è interessato all’House Sharing, rimane una buona parte della popolazione, circa il 56% che resta diffidente al fenomeno. Molti di questi per il 39% non si fida di chi può entrare in casa, mentre il 17% afferma che non è assolutamente intenzionato a condividere la propria abitazione con nessuno al di fuori della famiglia. Gli abruzzesi ammettono che non sia facile condividere la propria casa con ospiti che non si conoscono: il 52% teme di ospitare persone maleducate e poco rispettose, e il 44% ha paura di perdere la propria privacy.