Mer. Set 28th, 2022

Porto Pescara, entro marzo il taglio della diga

Dicembre 21, 2016

Sharing is caring!

PESCARA Entro gennaio prenderanno il via i lavori per la realizzazione della barriera soffolta nell’area del porto di Pescara, mentre ai primi di marzo si procederà al “taglio” di 70 metri della diga foranea. Il cronoprogramma degli interventi è stato stabilito questa mattina a Pescara, nel corso di una riunione – convocata dal presidente della giunta regionale Luciano D’Alfonso – a cui hanno partecipato il comandante della capitaneria di porto Enrico Moretti, e rappresentanti del provveditorato alle opere marittime, del Comune di Pescara, dell’Arta e dell’Arap. Per quanto riguarda la barriera soffolta, già nei prossimi giorni si procederà all’adeguamento del progetto esecutivo alle prescrizioni del Comitato Via. Successivamente occorrerà convocare una conferenza dei servizi per autorizzare l’immersione del materiale e la movimentazione sommersa dei fondali interessati dalla barriera. Dopo questo ultimo veloce adempimento, la ditta che si è aggiudicata l’appalto potrà avviare immediatamente i lavori, in quanto non sono necessari ulteriori passaggi tecnici e burocratici. Per la diga foranea, invece, bisognerà attendere 45 giorni per il deposito del progetto esecutivo (redatto dalla stessa ditta che si è aggiudicata la gara per i lavori), che dovrà recepire le prescrizioni del Comitato Via. Subito dopo, l’elaborato sarà approvato e il cantiere potrà aprire. Nel frattempo la Regione, attraverso l’Arap, ha avviato la procedimentalizzazione delle ulteriori opere già previste nel porto di Pescara e calate nel nuovo piano regolatore portuale, recentemente approvato. Tra queste spicca il prolungamento della banchina sud e altri interventi per migliorare la sicurezza e la funzionalità dello scalo, per i quali è previsto un investimento di 15 milioni di euro inserito nel MasterPlan.