Maggio 19, 2024

Mancano i medici a bordo delle ambulanze: la denuncia di Taglieri

Mancano i medici a bordo delle ambulanze: la denuncia di Taglieri

Sharing is caring!

Taglieri (M5S): rete emergenza – urgenza lacunosa e carente, Verì chiarisca come intendere risolvere i disservizi

L’AQUILA “Come prevedibile, ma ampiamente denunciato nel corso della precedente legislatura, non ci è voluto molto prima che la rete di emergenza – urgenza mostrasse, per l’ennesima volta, le sue più grandi fragilità in quelle provincie che hanno maggiore ampiezza in termini di chilometri quadrati, ossia Chieti e L’Aquila. Le carenze e i disservizi presenti in questi territori sono infatti derivanti da una mancanza di programmazione e lungimiranza già segnalate più volte nella precedente governance”.
 

A dichiararlo è il Consigliere regionale Francesco Taglieri, anche capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio Regionale, che sollecita un intervento rapido e chiarificatore dell’Assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, in merito all’assenza di medici sulle ambulanze del 118 nella provincia di Chieti. Situazione denunciata anche dalla stessa Asl2 Lanciano – Vasto Chieti.

“Nella provincia di Chieti sono ben nove i medici che hanno rassegnato le dimissioni dal 118 – spiega il Consigliere – sei di loro sono risultati vincitori di concorso da dirigente nei pronto soccorso e hanno preferito intraprendere un percorso professionale differente. Si è così creata una voragine in termini di assistenzialismo riguardo gli interventi delle ambulanze medicalizzate che, per definizione, sono quelle che operano in situazioni di emergenza – urgenza. Anche Francavilla, città che nel periodo estivo quasi triplica la propria popolazione, a partire dal 16 maggio, cioè dal giorno dopo il passaggio del Giro d’Italia, perderà l’ambulanza medicalizzata: uno scenario desolante e preoccupante al tempo stesso, soprattutto in considerazione dei flussi turistici che da qui a qualche settimana affolleranno la cittadina”. 

Taglieri ha chiesto di inserire il tema all’ordine del giorno della prima seduta utile della V Commissione, chiedendo inoltre l’audizione dell’Assessore alla Sanità Verì “affinché spieghi in che modo intenderà rimettere mano alla rete dell’emergenza – urgenza. Sia fatta chiarezza sul come procedere di fronte a questa grave carenza di personale medico nelle ambulanze del 118 operative nella provincia teatina. Il DCA 95/2015, tutt’ora vigente, definisce i parametri per il dimensionamento della rete territoriale di emergenza – urgenza e stabilisce per la provincia di Chieti il numero minimo di mezzi sanitari avanzati e di mezzi sanitari intermedi. Le carenze che oggi denunciamo sono frutto dell’assenza di programmazione e visione del centrodestra che governa Regione Abruzzo dal 2019. I cittadini pretendono risposte rapide e azioni tempestive, non c’è tempo da perdere”, conclude il capogruppo del Movimento 5 Stelle.

About Author