Giugno 21, 2024

Consiglio comunale Pineto: approvato piano opere pubbliche e bilancio di previsione finanziario

Consiglio comunale Pineto: approvato piano opere pubbliche e bilancio di previsione finanziario

Sharing is caring!

Discussa in seduta aperta la mozione relativa alla Scuola dell’Infanzia di Borgo Santa Maria. Entro due mesi sarà individuata la nuova ditta

 

 

PINETO Approvazione del Bilancio di Previsione Finanziario, del Programma dei Lavori Pubblici per il Triennio 2023-2025, discussione delle mozioni presentate dai gruppi Italia Viva Pineto, Prima Pineto e Sicuramente Pineto relative alla messa in sicurezza del cantiere della Scuola dell’Infanzia di Borgo Santa Maria (a sessione aperta con la presenza dei cittadini preoccupati per il cantiere) e alla sicurezza nelle rotatorie esistenti sulla SS16 questi alcuni degli 11 punti all’ordine del giorno tutti approvati ieri (3 aprile 2023) in consiglio comunale a Pineto.

 

In apertura del consiglio comunale c’è stata la discussione della mozione presentata dai gruppi Italia Viva Pineto, Prima Pineto e Sicuramente Pineto relativa alla messa in sicurezza del cantiere della Scuola dell’Infanzia di Borgo Santa Maria. L’argomento è stato affrontato a sessione aperta, con la partecipazione di un gruppo di cittadini interessati alla problematica. L’amministrazione comunale ha tranquillizzato i cittadini circa le procedure in corso, riferendo le problematiche che si sono verificate nel cantiere. A relazionare su questo punto l’Assessora ai Lavori Pubblici, Jessica Martella, alla presenza anche dei tecnici che stanno portando avanti il progetto e anche dei consulenti che hanno assistito l’ente nella fase di revoca all’impresa che si era aggiudicata l’opera, ma che di fatto non ha portato avanti gli interventi. “Dopo la lunga procedura prevista dalla legge – ha detto Martellaabbiamo revocato alla ditta l’incarico per gravi inadempimenti e per abbandono del cantiere stesso. Siamo riusciti a risolvere il contratto in danno, il che vuol dire che l’ente è stata parte lesa e i maggiori costi che si presenteranno per l’opera verranno accollati alla ditta stessa. Il progetto è stato aggiornato ed è pronto e entro due settimane verrà appaltata nuovamente l’opera. Questo è l’impegno che prendiamo con i cittadini. Ragionevolmente quindi da qui due mesi, dovremmo avere la nuova impresa pronta per operare sul cantiere. Realizzerà in primis il muro di sostegno a contenimento del fronte di scavo, e poi la scuola”.

 

L’altra mozione presentate dagli stessi gruppi ha riguardato la sicurezza delle rotatorie e ha partecipato anche il comandante della Polizia Locale Giovanni Cichella. Sebbene gli incidenti più gravi siano avvenuti prima della realizzazione delle tre rotatorie (sulla SS16 e sulla SP per Atri, quindi all’incrocio per Mutignano e per via Martella), e ritenendo comunque che le rotonde abbiano migliorato la sicurezza viaria e più in generale la circolazione del centro di Pineto, gli amministratori hanno manifestato la propria consapevolezza e condivisione circa la presenza di qualche criticità nei pressi del rondò sito all’intersezione tra la strada statale 16 e la via Patelli. Più volte infatti il Comune ha segnalato all’Anas, che ha competenza per le rotatorie in quanto ente proprietario della strada, che sarebbero state necessarie migliorie. Durante il consiglio comunale si è stabilito di sollecitare ulteriormente l’Anas per migliorare la sicurezza sulle rotatorie in particolare sulla SP per Mutignano, attraverso la realizzazione di segnaletica complementare e possibilmente modificando il profilo della rotatoria stessa.

 

Il Consiglio Comunale ha approvato il piano delle opere pubbliche per il triennio 2023-2025, relazionato dall’Assessora Jessica Martella. Un importante capitolo è stato destinato ai finanziamenti che il Comune ha captato attraverso la partecipazione ai bandi previsti dal PNRR e quindi partiranno a breve i lavori per la riconversione dell’ex Scuola dell’Infanzia di Borgo Santa Maria per la realizzazione di un nuovo asilo nido. Previsti anche i lavori di completamento della Ciclovia Adriatica con un importo pari a circa 830mila euro che prevederà il completamento della pista ciclabile tra il Ponte sul Vomano e il lungomare di Scerne, nonché l’ultimo tratto di ciclabile esistente a Sud del territorio di Pineto fino a penetrare all’interno del giardino di Torre Cerrano. Questi interventi verranno realizzati nel pieno rispetto della naturale vocazione dei luoghi, con materiali ecocompatibili e non inquinanti. Questo finanziamento comprende anche il completamento dell’illuminazione della pista ciclabile e della manutenzione dei tratti di pavimentazione della pineta storica e della pineta Catucci. Un importante capitolo è stato riservato alla manutenzione straordinaria del territorio con interventi di messa in sicurezza stradale e dell’edificio nel parcheggio della Stazione RFI, più comunemente chiamato Train, e del ponte di accesso al parco Filiani, che si sommano agli interventi di manutenzione del patrimonio che sono già in corso di realizzazione come la manutenzione straordinaria del ponte girevole sul Calvano. Altro capitolo è destinato all’impiantistica sportiva con un finanziamento di 500mila euro in aggiunta i 300 mila euro captati attraverso finanziamenti e risorse private per la riqualificazione e rigenerazione dell’impianto Gli Oleandri.

 

Il consiglio comunale ha approvazione anche il bilancio di previsione finanziario 2023-2025 relazionato dall’Assessore al Bilancio, Filippo Da Fiume. In questo caso sono stati confermati, in qualità e quantità, tutti i servizi alla persona; la riduzione per le fasce più deboli delle tariffe per la mensa scolastica, invariate le altre tariffe comunali e le imposte Imu, Tari e IRPEF.

Esprimo la mia soddisfazione per l’approvazione di questo bilancio di previsione – afferma l’assessore Da Fiume – che ci consente di mantenere inalterati tutti i nostri servizi comunali. È un risultato non scontato, al quale siamo potuti giungere grazie a un lavoro di squadra dell’intera giunta, dei consiglieri di maggioranza e grazie alla collaborazione degli uffici, che ringrazio, in particolar modo l’area tributi e finanza. È stato approvato con i soli voti della maggioranza, lo strumento per eccellenza con il quale si delinea la strategia tecnico/politica che l’amministrazione intende perseguire nel prossimo triennio. E lo si è fatto tenendo conto anche del contesto socio-economico del momento caratterizzato da una pandemia prima e da una crisi economica legata all’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime. Lo si è fatto poi garantendo attendibilità e veridicità al bilancio comunale e anche coerenza alla visione politico-strategica delineata nel programma triennale delle opere pubbliche rappresenta l’idea di visione della città nel medio periodo. L’aspetto più pregnante di questo bilancio di previsione è negli investimenti. Quanto alle opere pubbliche che l’ente si è prefisso di implementare nel prossimo triennio, tutte connotano una chiara visione futura della città. Tra i punti salienti delle spese per investimenti, lo stanziamento di nuovi mutui per un totale di 950 mila euro destinati al rilancio del complesso sportivo Gli Oleandri, con uno stanziamento di ben 500 mila euro, che si aggiungono ai 300 mila euro in parte stanziati da un fondo regionale e in parte dalla società concessionaria dell’impianto, il tutto finalizzato al rifacimento degli spogliatoi, alla costruzione di due campi da padel (che si aggiungono quindi ai due campi da tennis già esistenti) e soprattutto la riconversione dell’attuale pattinodromo con una tensostruttura che fungerà da nuova palestra per i ragazzi della scuole di Pineto e da campo polivalente; vi sono poi ulteriori 350 mila euro per il completamento della scuola dell’infanzia di Borgo Santa Maria; 50 mila euro per la manutenzione straordinaria dell’immobile di sito nel parcheggio della stazione centrale e che fungerà da spazio di aggregazione per i giovani; infine 50 mila euro per la manutenzione del ponte di collegamento tra la città e il Parco Filiani. Quanto ai servizi, vengono confermati tutti i servizi alla persona, con particolare riferimento a quelli sociali e educativi, ritenendo necessario continuare a sostenere quelle fasce di popolazione più fragili come i bambini, gli anziani, e le persone con disabilità. Sul fronte delle politiche sociali, si confermano, tra gli altri, i servizi di assistenza alla disabilità. Vengono inoltre confermati gli investimenti per i servizi culturali qualificanti per il territorio, come la biblioteca. Saranno ulteriormente ampliati i servizi on-line relativi ai certificati anagrafici e al pagamento di imposte e tasse. Infine, particolare soddisfazione – continua l’assessore – per essere riusciti a ad abbassare le tariffe della mensa scolastiche per le famiglie particolarmente svantaggiate con un ISEE da 0 a 15 mila euro con risparmi annuali che vanno dai 108 euro per la fascia 0-7.500 euro, di 72 euro per la fascia 7501-13500 euro e di 36 euro per la fascia 13.501-15.000 euro.”

About Author