Home SPORT SPORT TERAMO BASKET Il Giulianova basket vince il derby contro Teramo

Il Giulianova basket vince il derby contro Teramo

Il Giulianova basket vince il derby contro Teramo
0
0

Dopo 23 anni torna in scena il derby tra Giulianova e Teramo e quella che ne è uscita fuori è stata una partita vietata ai deboli di cuore.

GIULIANOVA Alla fine ha vinto Giulianova dopo un tempo supplementare (70-62), al termine di una partita ripresa per i capelli almeno 4-5 volte nel corso dei 40′ regolamentari.
Per i giallorossi di coach Tisato, nonostante percentuali tutt’altro che esaltanti, il grande cuore messo in campo ha avuto la meglio. Da sottolineare in casa Etomilu i 22 punti di Ricci ed i 18 di un positivo Banchi. Per Teramo non sono bastati i 13 punti di Musso e delle percentuali dalla lunga molto buone, specie nella prima metà gara.

Giulianova partiva con lo starting five composto da Banchi, Ricci, Bastone, Preti e Tomassello mentre per Teramo, coach Bianchi, rispondeva con Musso, Salamina, Staffieri, Lagioia e Cicognani.
Il primo break della gara era di marca teramana con un 0-8 che spaventava non poco i giallorossi che facevano fatica a trovare la via del canestro.
Tomasello, ex della gara, muoveva il punteggio per l’Etomilu Giulianova ma Lagioia rispondeva con due triple in rapidissima successione (5-14 al 4’) che allargavano il divario tra le due squadre. Banchi, in casa Giulianova, era il più in palla ma Teramo manteneva in vantaggio sulla doppia cifra grazie al tiro dalla lunga che entrava con ottima precisione, 6 su 7 tentativi nei soli primi 6’30” (8-20).
Negli ultimi minuti, complice l’ingresso di Sacripante, l’Etomilu alzava l’intensità difensiva ritornando in linea di galleggiamento pur con un 4/17 dal campo che gridava vendetta.

Ad inizio secondo quarto coach Tisato provava il quintetto con due play (Sacripante e Banchi), e di sicuro la pressione sugli esterni ne traeva giovamento ma in attacco i giallorossi continuavano a litigare con il canestro. Teramo dal canto suo pur non facendo nulla di eccezionale manteneva un vantaggio oltre al doppia cifra (13-27 al 14’40) anche grazie al tiro da tre che entrava con costanza. Al 17’ proprio con una tripla, la seconda di Nolli, Teramo doppiava Giulianova (17-35).
Negli ultimi 3 giri di lancette i giallorossi rialzavano la testa e con un parziale di 6-0 andavano al riposo sul 23-35.

Dopo la pausa lunga Tisato rimetteva in campo lo starting five, ma dopo 3’ di gioco correva ai ripari avvicendando Banchi con Sacripante. Sotto di 16, sul 23 a 39, l’Etomilu buttava il cuore oltre l’ostacolo e nel giro di due minuti tornava con lo svantaggio sotto la doppia cifra (30-39 al 25’). Alzando l’intensità difensiva e controllando i rimbalzi i giallorossi ritrovavano fluidità in attacco e questo si traduceva in migliori percentuali (32-39). Ricci con un lay-up riportava Giulianova a due possessi di distanza, riaprendo di fatto la gara che qualche minuto prima poteva sembrare chiusa. Al 27’40” i possessi di distanza erano solo 1 (38-41) con Giulianova che poteva recriminare su qualche libero sbagliato di troppo.

L’ultmo quarto dei tempi regolamentari iniziava con l’Etomilu sotto di 3 punti (40-43) ma tutta l’inerzia a favore, forte di un parziale di 17-8 da dopo la pausa lunga. A raffreddare gli animi ci pensavano Musso, con una tripla, e Cicognani, che riportavano Teramo sul +8 (40-48 al 32’). Giulianova ricominciava a sbagliare troppo e Teramo ne approfittava volando sul 41-58 con solo 4′ da giocare. Negli ultimi 160 secondi i giallorossi compievano il miracolo. Nonostante l’espulsione di Sacripante, Giulianova rosicchiava punto su punto. Con il quintetto basso i giallorossi mettevano il turbo. Bastone a 75″ dalla sirena segnava la tripla del 56-60. Banchi in contropiede fissava il punteggio sul (58-60) costringendo Bianchi al time-out. Sulla rimessa Teramo perde palla ma Preti sbaglia la tripla del +1. Quando la rimonta sembra essersi arenata, Ricci, a 6″ dalla fine, con due liberi conquistava l’overtime.

Nel supplementare gli errori la facevano da padrone. Giulianova pur sbagliando troppi tiri liberi riusciva a mantenere un piccolo vantaggio su Teramo (63-60). Nonostante gli errori dei giallorossi Teramo non sfruttava le occasioni per riportarsi in parità. Ricci con 40″ sul cronometro concretizzava un 2+1 che portava i giallorossi sul 66-60 a 40” dalla sirena finale. La roulette dei falli sistematici premiava l’Etomilu Giulianova che arrivava al 45′ sul 70-62 conquistando una vittoria importante e sicuramente emozionante.


ETOMILU GIULIANOVA – TERAMO BASKET 1960 70-62 (12-22, 11-13, 17-8, 20-17, 10-2)

Giulianova Basket 85: Antonello Ricci 22 (5/9, 1/2), Alessandro Banchi 18 (3/4, 2/5), Daniele Tomasello 12 (2/9, 0/0), Jacopo Preti 7 (1/3, 0/4), Nicola Bastone 6 (0/10, 1/7), Martino Criconia 4 (0/2, 1/4), Edoardo Bertocchi 1 (0/3, 0/0), Giuseppe Sacripante 0 (0/0, 0/4), Federico Malatesta 0 (0/0, 0/0), Marco Cianella 0 (0/0, 0/0), Simone Sofia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 33 / 50 – Rimbalzi: 40 15 + 25 (Jacopo Preti 10) – Assist: 5 (Antonello Ricci 2)

Teramo Basket 1960: Victorio gustavo Musso 13 (0/2, 4/4), Giacomo Cicognani 12 (4/10, 0/0), Andrea Lagioia 10 (1/3, 2/7), Lorenzo Nolli 10 (0/1, 3/6), Valerio Staffieri 9 (0/1, 3/5), Simone Salamina 4 (2/4, 0/2), Danilo Errera 2 (1/1, 0/0), Edoardo Piccinini 2 (0/3, 0/1), Bogdan Milojevic 0 (0/0, 0/5), Davide Di eusanio 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 18 – Rimbalzi: 29 4 + 25 (Giacomo Cicognani 10) – Assist: 6 (Simone Salamina 3)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *