Home SPETTACOLO Torna l’Holi Color Day ad Atessa: 12 ore di musica

Torna l’Holi Color Day ad Atessa: 12 ore di musica

Torna l’Holi Color Day ad Atessa: 12 ore di musica
0
0

Il 2 giugno a Montemarcone la quarta edizione della festa più colorata d’Abruzzo. Disponibile l’Holi Sun Kit con la maglia che si colora alla luce del sole

ATESSA Atessa si prepara alla quarta edizione dell’Holi Color Day, la festa più colorata d’Abruzzo organizzata dall’associazione LOL Asd con i patrocini di Regione Abruzzo e Comune di Atessa.

Ricchissimo programma e tanti ospiti per l’evento che si terrà come di consueto il 2 giugno allo stadio comunale di Montemarcone.

Ben dodici ore di musica con Alex Nocera, Nausica, Gil Sanders, Kim, Scava, Mark Storm e tanti altri ancora.

Nell’attesa di conoscere il programma dettagliato dell’evento partono le iniziative legate all’Holi 2018. Per chi si vuole riservare sin da ora un posto in prima fila è disponibile infatti l’Holi Sun Kit con  la maglia che si colora alla luce del sole. Grazie ad un particolare pigmento fotosensibile la speciale t-shirt prende colore con l’esposizione alla luce solare e torna normale all’ombra. Il kit, oltre alla t-shirt, comprende l’ingresso al festival, 3 buste di colore e la sacca holi ed è già prenotabile fino ad esaurimento scorte.

Il color festival che dipingerà di sfumature colorate la città di Atessa  è stato il primo evento in Abruzzo, esattamente il 2 giugno del 2015, a entrare a far parte del circuito Holi.

“E’ una festa di ispirazione indiana – spiegano gli organizzatori – durante la quale i partecipanti si dipingono con colori diversi in segno di libertà, un gesto che permette, in un solo giorno, di abbattere tutte le diversità socio-culturali e sentirsi tutti uguali senza alcuna distinzione. Attualmente viene riproposta nelle più importanti città del mondo, da Londra a Berlino, da Città del Capo ad Amsterdam e Copenaghen. Negli ultimi anni sono molte le città italiane che organizzano iniziative ufficiali come Roma, Firenze, Cagliari, Palermo e Milano”. “Abbiamo voluto portare ad Atessa – aggiungono – uno dei più importanti eventi al mondo”.