Gio. Nov 21st, 2019

Nel weekend la festa della Castagna di Leofara: traguardo dei 40 anni

Nel weekend la festa della Castagna di Leofara: traguardo dei 40 anni

La kermesse sarà l’occasione per immergersi nei colori autunnali del Parco e degustare tipicità locali nel borgo di Leofara

 

VALLE CASTELLANA  La Festa della Castagna di Leofara compie quarant’anni: il 26 e 27 ottobre si rinnova l’appuntamento autunnale nel cuore dei Monti della Laga, promosso dall’ associazione “I’Fere” con il patrocinio del Comune di Valle Castellana e presentata questa mattina al Bim dalla presidente Annunziata Esposito e dai componenti dell’associazione Vincenzo Esposito, Letizia Pierascenzi e Nicola Ferrara.

La kermesse sarà l’occasione per immergersi nei colori autunnali del Parco e degustare tipicità locali nel borgo di Leofara, dove saranno allestiti stand gastronomici e di piccolo artigianato (oltre ai marroni, dolci, formaggi, miele, tartufi, frutti di bosco ecc.). Sarà possibile, inoltre, partecipare alle escursioni ai secolari castagneti della zona con l’appuntamento “Le Castagne sul fuoco”, evento gratuito rientrante nel programma del Parco “Esploratori con gusto” in programma sia sabato, alle ore 15, che domenica, alle ore 10, 12 e 15.

IL PROGRAMMA. Sabato 26 ottobre la Festa della Castagna di Leofara ha inizio alle ore 12, con l’apertura degli stand gastronomici. Alle 15 visita ai castagneti e degustazione (su prenotazione), alle 16.30 swing e boogie woogie con la “Piccola bottega dello Swing”. Domenica 27 ottobre stand aperti dalle 9. Alle ore 9.30 ci sarà l’inaugurazione di Casa CAI Leofara, l’ex ostello della frazione affidato in gestione al CAI Val Vibrata. Alle ore 10, alle 12 e alle 15 sarà possibile nuovamente visitare i castagneti e degustare prodotti tipici a base di castagne. Alle ore 11 intrattenimento e musica popolare, che allieteranno tutta la giornata, e alle ore 15.30 musica con “Gli Zigà” e il gruppo goliardico “I fagiani”, fondato dal maestro Fabio Zeppilli.

Agli stand sarà possibile degustare il “vero” – come tengono a precisare gli organizzatori – marrone della Laga, caldarroste e altri prodotti tipici quali: formaggi, arrosticini, polenta, zuppa di ceci, castagne e funghi, sfritta di maiale con castagne e mele, frittelle e dolci (disponibile su prenotazione il “Menù della castagna”). Quest’anno in cucina ci sarà la brigata della rinomata Sagra del Tartufo di Campovalano, capitanata dallo chef Davide Cordoni. Il parcheggio e il servizio d’ordine dell’evento sono assicurati in collaborazione con l’A.N.C., l’Associazione Nazionale Carabinieri. Ci sarà a disposizione dei visitatori un servizio di bus navetta.

Please follow and like us: