Sab. Dic 7th, 2019

Lettomanoppello: tutto pronto per “La Notte Magica”

Lettomanoppello: tutto pronto per "La Notte Magica"

Appuntamento con il mondo del piccolo popolo di gnomi, elfi, fate e folletti che daranno vita a storie senza tempo

 

LETTOMANOPPELLO A Lettomanoppello, nella splendida cornice della città della pietra, Venerdì 15 Novembre, si svolgerà la III  edizione de “La Notte Magica”. Anche quest’anno si rinnova l’ormai tradizionale appuntamento con il mondo del piccolo popolo di gnomi, elfi, fate e folletti che daranno vita a storie senza tempo capaci di affascinare e stupire grandi e piccini.

Dalle ore 19 fino a tarda serata, “Letto… A teatro”,  “Lecto in Folk”, i “Diavoli Rossi”, “La compagnia dell’Ilex”, “gli ExtraVaganti”, i “Lucuthea”, l’associazione “Suhaila” e altri artisti animeranno questo magico evento.
L’iniziativa,  patrocinata dal Comune di Lettomanoppello, trasformerà il centro storico nel palcoscenico de “La Notte Magica” e darà vita a spettacoli itineranti, animazioni, incontri a tema, per bambini e famiglie, trasportando i visitatori nelle suggestioni degli antichi miti, leggende e credenze popolari su i “Mazzemurelle”, mitiche creature  che abiterebbero i boschi Lettesi e delle nostre montagne.
L’evento ha sempre riscosso negli anni un crescente successo di pubblico, che ha accolto con entusiasmo la varietà di spettacoli che caratterizzano “La Notte Magica”. Non potranno mancare il mercatino degli elfi, gli stand locali e street food.  Inoltre incontreremo trampolieri, fate danzanti o gnomi che raccontano indovinelli.
“La Notte Magica è per noi – spiega Arianna Barbetta, ideatrice della festa e assessore al turismo del comune di Lettomanoppello – un momento di allegria e cultura dedicato al teatro, alle famiglie e alla storia del nostro paese. Questo evento diviene occasione per un’esperienza dove gli spettatori partecipano immersi nella suggestione di un ambiente reso magico.” Continua Lucia Anitri Di Pietrantonio, consigliere comunale con delega alle tradizioni popolari “è un modo per tutti noi di immergerci anche nelle storie popolari raccontate dai nostri avi sui “Mazzamurell” e sui personaggi del piccolo popolo che popolerebbero la nostra montagna”
Please follow and like us: