Home SPETTACOLO Chieti, al via la “Festa dei Popoli”: vedi il programma
Chieti, al via la “Festa dei Popoli”: vedi il programma

Chieti, al via la “Festa dei Popoli”: vedi il programma

0
0

Domenica 19 maggio alla Villa Comunale l’undicesima edizione dell’evento che parla di multiculturalità

CHIETI Ufficializzato il programma dell’undicesima edizione della Festa dei Popoli che si terrà domenica 19 maggio alla Villa Comunale di Chieti. L’evento, che è organizzato dalla Caritas Diocesana Chieti-Vasto con la direzione di don Luca Corazzari e il coordinamento della dott.ssa Stefania Menna, inizierà alle 10.00 del mattino e proseguirà fino alla sera.

I paesi partecipanti quest’anno all’iniziativa che ha la finalità di sensibilizzare le persone all’integrazione in un’ottica di fraternità attraverso la conoscenza e la condivisione di culture diverse, sono Perù, Colombia, Marocco, Senegal, Repubblica Domenicana, Ucraina, Venezuela, Giappone, Albania, Filippine, India e Bolivia.

Questo il programma dettagliato:

Ore 10:00 LA FRATERNITA’ NEL MONDO. Saluti delle autorità e apertura delle botteghe degli artigiani 

Ore 10:15-11:00 Premiazione del concorso scolastico sull’affido familiare. Sesta edizione

Ore 11:00-15:00 CANTI E BALLI IN PIAZZA. Viaggio musicale con gli artigiani della fraternità:

  1. Il soprano Maria Chiara Papale dall’associazione culturale musicale Arabona h. 11:00-11:15
  2. Ballo tradizionale dalla Bolivia h. 11:15-11:30
  3. Music Itik Itik. Danza tradizionale Filippina h. 11:30-12:00
  4. Capoeira h. 12:00-12:30
  5. I Gigli d’Abruzzo h.12:30-13:00
  6. Concerto Seminario di Musica Romanì con Alexian Santino Spinelli h.13:30-15:00

Ore 13:00-15:00 LA GASTRONOMIA DELLE BOTTEGHE: la grande tavolata degli artigiani

Ore 15:00-16:30 ALLA SCOPERTA DEGLI ARTIGIANI: visita delle botteghe attraverso laboratori interculturali per grandi e piccini *

Ore 15:30-16:30 TAVOLA ROTONDA. Noi siamo gli altri: riflessioni sul documento cattolico-islamico sulla fratellanza umana con S.Ecc. Mons. Bruno Forte e Fra Giulio Cesareo.

A cura dei ragazzi del Festival del Creato.

Moderatore: Simone D’Alessandro.

Presso l’aula magna del seminario regionale

  1. Danze peruviane, associazione “Viva el Perù” da Firenze h.16:30-17:00

Ore 16:30-17:00 FRATERNITA’ IN ASCOLTO: Preghiera interreligiosa con S.Ecc.Mons. Bruno Forte e i rappresentanti delle principali comunità religiose della diocesi

Ore 17:00-22:00 CANTI E BALLI IN PIAZZA. E continua il viaggio musicale con gli artigiani della fraternità

  1. Valeria Vespaziani e la danza Indiana h.17:00-17:30
  2. Seminando folklore a cura di Tia Yin e l’associazione Bohio 123 dalla Repubblica Domenicana h. 17:30-18:00
  3. All’ombra del Baobab: ritmi, danze e suggestioni del west Africa h.18:00-18:30
  4. Danza Orientale, Folklore egiziano, giapponese e danze Bollywood a cura di Mariana Dan h.18:30-19:00
  5. Gruppo musicale Son Caribe dai Caraibi h.19:00-19:30
  6. I lupi della Maiella h.20:30-21:30

*LABORATORI

  • Laboratori creativi, artistici, musicoterapia e arteterapia   a cura dell’associazione Aps TheaRte
  • PensaEuropa a cura del C.S.V.
  • Scuola dell’infanzia: Coloriamo il mondo

Scuola primaria: Teatro in valigia

Scuola secondaria primo grado: Favole e leggende da terre lontane

A cura dell’Istituto comprensivo statale n. 2 Chieti

  • Raccontiamo l’intercultura a scuola a cura dell’Istituto comprensivo statale n. 4 Chieti
  • Creare consapevolmente a cura dell’istituto d’arte Nicola Da Guardiagrele di Chieti
  • Laboratorio di meditazione (dalla bottega dell’India)
  • Dimostrazione danza indiana (dalla bottega dell’India)
  • Lana e colori d’Abruzzo (Associazione Camminando Insieme)
  • Giocoleria (Trampolieri)
  • Pittura e Disegno (Associazione musicale culturale Arabona)
  • Creando riutilizzando (Associazione Tutti insieme si può)
  • Laboratorio di Origami (dalla bottega del Giappone)
  • Vestizione yukata (del kimono giapponese) (dalla bottega del Giappone)
  • rattamenti Shiatsu (dalla bottega del Giappone)
  • Shodo (calligrafia giapponese) (dalla bottega del Giappone)
  • “Sasso, carta, forbici” (dalla bottega della Colombia)
  • La lavorazione del cacao (dalla bottega della Repubblica Domenicana)
  • Tatuaggi, Argan, sapone nero, Profumi arabi, donna berbera, artigianato (dalla bottega del Marocco)
  • Impariamo la Scrittura araba (dalla bottega del Marocco)
  • Prepariamo lo yogurt albanese (dalla bottega dell’Albania)
  • Impariamo a salutarci in Spagnolo (dalla bottega della Bolivia)
  • Laboratorio (dalla bottega del Burundi)
  • Treccine senegalesi (dalla bottega del Senegal-A.L.I.S.)
  • Percussioni Africane (dalla bottega del Senegal- Baobab)
  • Danze africane (dalla bottega del Senegal-Baobab)
  • Clawnterapia (Associazione la compagnia del sorriso)
  • Laboratorio di danza del ventre con la maestra di danza del ventre Mariana Dan
  • Laboratorio di aromaterapia con Donatella Terrieri

La giornata interamente dedicata al multiculturalismo si svolgerà dalle 10.00 del mattino fino alle 22.00 di sera. L’iniziativa che è a ingresso gratuito concederà, come di consueto, la possibilità di avvicinarsi attraverso le tradizioni, la cucina e la musica, alle culture di tutto il mondo.

Si inizierà al mattino con i saluti delle autorità e l’apertura delle botteghe degli artigiani. A seguire canti e balli, laboratori interculturali per grandi e piccini e momenti di confronto. Nel pomeriggio, alle 15.30, ci sarà l’interessante tavola rotonda, curata dai ragazzi del Festival del Creato, dal titolo “Noi siamo negli altri. Riflessioni sul documento cattolico- islamico sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” che vedrà la partecipazione di Mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, e di Fra Giulio Cesareo. A seguire, alle 16.30, la preghiera interreligiosa con Mons. Forte e i rappresentanti delle diverse comunità.

La festa si concluderà con un affascinante viaggio musicale portato in scena dagli artigiani della fraternità.

Daranno il loro contributo come volontari i ragazzi della casa circondariale di Chieti diretta dal dott.Franco Pettinelli.

Molte novità e moltissime sorprese durante la giornata. La Caritas Diocesana invita tutti a partecipare.