Home POLITICA Vicenda Blutec, Febbo “Paolucci è poco informato”
Vicenda Blutec, Febbo “Paolucci è poco informato”

Vicenda Blutec, Febbo “Paolucci è poco informato”

0
0

“Forse Paolucci ignora che la Regione, quindi il sottoscritto, è in contatto con il Commissario giudiziario al fine di monitorare in maniera chiara l’attuale situazione aziendale”

 

CHIETI “La Regione Abruzzo è, per la parte di sua competenza, a totale disposizione per quanto riguarda la questione dell’azienda Bluetec di Atessa e quindi è vicina alle preoccupazioni dei lavoratori, per questo motivo ritengo fuori luogo le ultime dichiarazioni del consigliere regionale Silvio Paolucci che presuppongo sia in malafede o forse di tratta di affermazioni dettante dalla scarsa conoscenza della situazione”. Questo il commento dell’Assessore regionale alle Attività Produttive Mauro Febbo che spiega quanto segue: “Forse Paolucci ignora che la Regione, quindi il sottoscritto, è in contatto con il Commissario giudiziario della Bluetec, Giuseppe Glorioso, al fine di monitorare in maniera chiara l’attuale situazione aziendale. Ricordo come L’Ingegneria Italia, ex Bluetec, fa parte del Gruppo che fa capo all’imprenditore Ginatta che ha rilevato lo stabilimento FIAT di Termini Imerese e possiede stabilimenti in Piemonte, Abruzzo e Basilicata. Come noto a tutti era stata definita la cessione dello stabilimento di Atessa alla M.A. (Magnetto Automotive) del gruppo Magnetto, che produce lamiere per automobili e rifornisce le maggiori case automobilistiche del mondo, da Fiat a Bmw, passando per Daimler, Volvo, Renault, Psa, General Motors e Mercedes. A seguito degli arresti del Presidente Roberto Ginatta, è stato nominato un amministratore giudiziario che non può perfezionare la vendita della Bluetec”. “Inoltre – continua Febbo – lo stabilimento è obsoleto e ha urgente bisogno di investimenti e per questo, spesso, è costretto a soste con fermi di produzione che creano rallentamenti alla stessa SEVEL. In questa fase la Regione si è messa a totale disposizione dell’azienda e dei lavoratori e certamente non poteva fare di più.  Oggi è indispensabile lavorare per garantire il futuro produttivo dello stabilimento di Atessa sia come supporto agli investimenti sia come incremento alla ricerca. D’altronde un lavoro che questo governo regionale sta portando avanti con tutto il settore automotive che rappresenta il motore industriale dell’Abruzzo”. “Infine – conclude Febbo – spero che adesso Paolucci abbia più chiara la situazione sul futuro della Bluetec e impieghi il suo tempo in maniera propositiva, senza fare dietrologie insensate altrimenti mi induce a pensare che sia in malafede giocando sulla pelle dei lavoratori che al contrario conoscono benissimo i dettagli della vicenda. Infatti, dal canto mio porterò avanti gli accordi presi con lavoratori e sindacati al fine di condividere una strategia di intervento in grado di capire il futuro produttivo del sito industriale di Atessa”.