Home POLITICA Val Vibrata, i sindaci a Montecitorio per “Le Città del Futuro”

Val Vibrata, i sindaci a Montecitorio per “Le Città del Futuro”

Val Vibrata, i sindaci a Montecitorio per “Le Città del Futuro”
0
0

I sindaci vibratiani si sono recati oggi a Roma per una giornata di lavoro a Montecitorio, organizzata dall’Anci sulle città del futuro.

ROMA Alcuni sindaci della Val Vibrata, nello specifico Angelo Panichi (Ancarano),  Umberto D’Annuntiis di Corropoli, Rando Angelini (Sant’Egidio alla Vibrata), Leandro Pollastrelli (Colonnella)  e Domenico Piccioni (Tortoreto) hanno  partecipato a Roma, alla Camera dei deputati, all’iniziativa in collaborazione con l’Anci (Associazione nazionale comuni d’Italia) “Le città del futuro”, convocata dalla presidente Laura Boldrini la quale, da alcuni anni, incontra i primi cittadini d’Italia per parlare delle problematiche dei Comuni.
L’appuntamento tende a sottolineare lo sforzo quotidiano dei Sindaci per raccogliere le sfide della sostenibilità ambientale, sociale e finanziaria.

“Un momento di condivisione importante con tantissimi colleghi da tutta Italia -dichiara il sindaco di Ancarano Angelo Panichi-  alcuni dei quali hanno relazionato sulla loro buona amministrazione e su determinati temi essenziali come urbanizzazione sostenibile, dissesto idrogeologico, nuove tecnologie, casette dell’acqua per il risparmio della plastica, attività sociali e luoghi di condivisione. Ascoltando gli interventi il pensiero non poteva non tornare alla nostra Ancarano e le opere realizzate come ad esempio i lavori per la sicurezza sismica della scuola fatti con fondi del GSE realizzando un impianto fotovoltaico sul tetto, evitando nuove urbanizzazioni e preservando la centralità dell’edificio, la ristrutturazione del cimitero con lo stesso metodo, il rifacimento dei marciapiedi per la sicurezza del viale, i lavori per il dissesto idrogeologico finalizzati al consolidamento del centro storico, l’installazione delle telecamere in alcuni punti del territorio, gli impianti sportivi per la pratica sportiva amatoriale e non, le attività della ludoteca, la casetta dell’acqua e tante altre realizzazioni che danno la certezza del nostro territorio, in considerazione del fatto che ancora tanto si può fare per essere un Comune del futuro!
Il lavoro del prossimo Parlamento e del Governo dovra’ proprio essere impostato sulla sostenibilità dei Comuni vero e proprio punto di riferimento delle Concittadine e Concittadini, affinché non vengano sempre penalizzati, ma ponti di vera crescita”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *