Home POLITICA Sospensione rimozione casette di legno artigiani della Ceramica di Castelli: la richiesta di Brandiferri

Sospensione rimozione casette di legno artigiani della Ceramica di Castelli: la richiesta di Brandiferri

0
0
Sospensione rimozione casette di legno artigiani della Ceramica di Castelli: la richiesta di Brandiferri

I commercianti erano rimasti senza negozi perché inagibili dopo il sisma del 2016 ed erano stati collocati in piccoli moduli di legno donati dalla Caritas.

CASTELLI Monica Brandiferri candidata con Fratelli d’Italia per la Provincia di Teramo in Regione Abruzzo, ha rappresentato all’Onorevole Paolo Trancassini, la situazione di forte disagio che stanno vivendo alcuni artigiani della ceramica di Castelli che oggi rischiano di perdere anche questa provvisoria sistemazione.

I commercianti erano rimasti senza negozi perché inagibili dopo il sisma del 2016 ed erano stati collocati in piccoli moduli di legno donati dalla Caritas.

Su richiesta della Brandiferri, l’Onorevole Trancassini, visto il completo immobilismo degli organi e uffici preposti alla ricostruzione si è preso l’impegno di fare arrivare in parlamento anche questa vicenda

Monica Brandiferri e gli artigiani interessati si augurano che si possa trovare al più presto una soluzione, in accordo con l’amministrazione locale, e chiedono al Prefetto di Teramo, dr.ssa Graziella Patrizi, alla Diocesi di Teramo e Atri e a tutti gli attori coinvolti di sospendere eventuali azioni di spostamento o rimozione delle casette di legno anche per evitare ulteriori e gravosi danni al patrimonio artistico e culturale del comune. La montagna teramana con i suoi unici e piccoli borghi rischia di scomparire definitivamente se non si dà inizio a una politica diversa e non si cominciano ad affrontare con determinazione tutti i problemi legati al post terremoto.