Mar. Nov 12th, 2019

Solidarietà a Pescara, interviene Valeria Toppetti

Solidarietà a Pescara, interviene l'avvocato Valeria Toppetti

La nuova amministrazione si impegnerà certamente nel sostegno ai poveri, agevolando e favorendo attività quali la mensa di S. Francesco ed altre che dovessero nascere

 

PESCARA “La mensa di San Francesco a Pescara: una realtà che connota il nostro territorio, accresce il senso di appartenenza alla nostra città e la nostra identità di italiani, in nome di Francesco patrono d’Italia”.

Sono rimasta molto colpita dall’intervento di Renato Paesano nella trasmissione di Rai Uno dedicata alla figura di San Francesco.

La storia della nascita della mensa di Pescara l’avevo già ascoltata da Renato un giorno in cui mi trovavo nella mensa.

La presenza in una zona residenziale della nostra città di questo servizio umanitario dà lustro a Pescara ed accresce il valore etico del nostro tessuto urbano. La povertà è diventata un elemento rivoluzionario, nato nel Medioevo.

Prima di San Francesco la povertà era vista come una iattura da cui rifuggire. Francesco ebbe l’intuizione geniale di “usarla” come strumento per far muovere il mondo. Infatti si fece povero e tramite la povertà, insieme ai suoi seguaci, iniziò a cercare la gaiezza e la letizia. La povertà iniziò ad essere uno strumento di libertà, di ricerca se dell’essenza più profonda della vita. Francesco “insegnò” la povertà ai papi, a tutta la chiesa. Ed insegnò a vivere nella povertà, per essere completamente votati alla spiritualità.

Anche oggi non dobbiamo mai considerare il povero come ultimo, ma il povero come un uomo che può insegnarci a vivere. Come un uomo depositario di una saggezza, in un mondo in cui si perde il senso delle cose.

La nuova amministrazione si impegnerà certamente nel sostegno ai poveri, agevolando e favorendo attività quali la mensa di S. Francesco ed altre che dovessero nascere, per aiutare i poveri e guardare loro come i depositari di un mistero che cambiò il mondo: Francesco D’Assisi

Please follow and like us: