Home POLITICA Sicurezza ss16 Ortona-Vasto sud, Smargiassi “sicurezza dei cittadini prima di tutto”

Sicurezza ss16 Ortona-Vasto sud, Smargiassi “sicurezza dei cittadini prima di tutto”

Sicurezza ss16 Ortona-Vasto sud, Smargiassi “sicurezza dei cittadini prima di tutto”
0
0

La risoluzione urgente di Smargiassi “Tir e mezzi pesanti sull’A14. La sicurezza dei cittadini prima di tutto”

 

ORTONA “La situazione di pericolo che si vive ogni giorno sul tratto di SS16 tra Ortona e Vasto Sud deve terminare il prima possibile. Per questo ho depositato una risoluzione per vietare il transito su questa strada di tir e mezzi pesanti, con obbligo per gli stessi di circolare sulla A14 nel tratto citato. Ringrazio il Consiglio Regionale per aver compreso la nostra preoccupazione, dando seguito all’urgenza di dover intervenire il prima possibile trovando una soluzione”.

Ad affermarlo è il Consigliere Regionale M5S Pietro Smargiassi che prosegue: “Parliamo di un tratto di strada che costeggia le spiagge e lungo la quale gli automobilisti posteggiano i propri veicoli su entrambi i lati. Ciò significa che la carreggiata si restringe considerevolmente e i mezzi più ingombranti si trovano costretti a dover invadere parte della corsia opposta. Ciò abbassa notevolmente il livello di sicurezza della strada e non è un caso se, dall’inizio della stagione estiva, si sono già registrati tre incidenti mortali”.

“Era doveroso da parte mia – conclude – impegnare il Governo Regionale su indicazione di alcuni agenti della Polstrada, affinché intervenisse il prima possibile, specialmente adesso che siamo nel vivo della stagione estiva e che le nostre spiagge raggiungono il picco di presenze. Per questo abbiamo proposto una soluzione, già attuata in passato e prevista da una legge regionale mai abrogata, la 45/99, per obbligare i mezzi pesanti e i tir a transitare sulla A14 e ridurre, conseguentemente, il rischio di incidenti lungo la SS16. Si tratta di trovare la copertura economica per un solo mese ed è doveroso andare fino in fondo. La sicurezza dei cittadini abruzzesi è il punto di riferimento della nostra azione politica e sono sicuro che questa risoluzione sarà uno strumento per andare nella direzione giusta”.