Home POLITICA Referendum Valle Castellana nelle Marche, un consiglio comunale scioglierà il nodo
Referendum Valle Castellana nelle Marche, un consiglio comunale scioglierà il nodo

Referendum Valle Castellana nelle Marche, un consiglio comunale scioglierà il nodo

0
0

Nel Consiglio Comunale  saranno delineati tutti gli aspetti tecnici per la definizione di questo importante strumento di democrazia

 

VALLE CASTELLANA Entro il mese di giugno sarà convocato un apposito Consiglio Comunale a Valle Castellana, di sabato pomeriggio, nel quale sarà discussa la proposta di delibera avente per oggetto “Avvio della procedura per il referendum ai sensi dell’art. 132, comma 2, della Costituzione e della legge n. 352/1970 recante il quesito <<Volete che il territorio del Comune di Valle Castellana (TE) sia separato dalla Regione Abruzzo per entrare a far parte integrante della Regione Marche nell’ambito della Provincia di Ascoli Piceno?>>”.

E’ quanto emerso dalla riunione convocata la scorsa settimana in Municipio a Valle Castellana nel corso della quale, i consiglieri presenti, hanno deciso di dare seguito alla proposta di referendum conferendo al Consigliere Giulio Giovannini il mandato di seguire tutto l’iter procedurale affinché il Consiglio Comunale apposito sia convocato nel più breve tempo possibile.

“Nel corso del tavolo di confronto tra amministratori e membri del “Comitato per il Referendum Valle Castellana nelle Marche” si è deciso, all’unanimità dei presenti, di procedere con la convocazione del Consiglio Comunale nel quale saranno delineati tutti gli aspetti tecnici per la definizione di questo importante strumento di democrazia” dichiarano il Sindaco di Valle Castellana, Camillo D’Angelo, ed il Consigliere Comunale, Giulio Giovannini. “Qualora il Consiglio Comunale dia parere positivo la palla poi passerà ai cittadini che potranno decidere, in totale autonomia, se il nostro comune dovrà passare alle Marche o restare con l’Abruzzo. Spiace solo che a questa importante riunione con i rappresentanti del Comitato non siano stati presenti i Consiglieri di minoranza, sarebbe stato importante avere il loro contributo in questa importante questione che riguarda il nostro territorio”.