Home POLITICA Imminente il passaggio da Province ad Anas di 500 km di strade ex statali
Imminente il passaggio da Province ad Anas di 500 km di strade ex statali

Imminente il passaggio da Province ad Anas di 500 km di strade ex statali

0
0

Il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca sollecita i Presidenti delle quattro Province a firmare la convenzione con Anas affinchè possa effettivamente iniziare ad operare sulle nuove strade statali

Nel supplemento ordinario n.20 alla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.98 del 28.04.2018 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri “Revisione delle reti stradali di interesse nazionale e regionale ricadenti nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Toscana e Umbria” che dà attuazione ad una decisione lungamente attesa dalla popolazione abruzzese e dagli enti locali, a partire dalle Province in molti casi impossibilitate, a causa dei tagli al bilancio, a provvedere alle opere di manutenzione di estese reti stradali di loro competenza.

«Dopo un lavoro durato due anni condotto dalla Regione Abruzzo – dichiara il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca -, curato nel dettaglio direttamente dal Presidente D’Alfonso al quale ho dato costantemente il mio modesto contributo, con tale decreto, oltre 500 km di strade dislocate in tutte le provincie sono tornate sotto gestione dall’Anas, processo che sarà accompagnato da una iniziale e graduale operazione manutentiva sui tratti stradali maggiormente deteriorati. Nelle more di pubblicazione del menzionato Decreto Ministeriale, in data 24 aprile 2018 il Compartimento ANAS Abruzzo ha inviato ai quattro Presidenti di Provincia, e per conoscenza alla Regione Abruzzo, altrettante note di analogo contenuto nelle quali è agevolmente rintracciabile l’intera documentazione utile a ridurre al minimo i tempi tecnici per il passaggio di consegne tra gli enti interessati, con grande sollecitudine e sensibilità nei confronti di un problema vissuto in maniera drammatica soprattutto nelle zone interne della nostra Regione».

«Infatti, affinché i tratti stradali decretati possano essere materialmente trasferiti nella piena titolarità Anas – spiega il Sottosegretario – è necessario che fra Anas medesima e le 4 Province vengano sottoscritti altrettanti appositi atti convenzionali con i quali stabilire e regolamentare tempi, forme e modalità del passaggio. Al momento non conosciamo se a detta nota ANAS sia consequenzialmente corrisposto, da parte delle province stesse, un idoneo riscontro tale da poter concludere speditamente il relativo procedimento. Tuttavia, avendo a cuore la tutela e la salvaguardia del nostro territorio, nonché alla luce dell’ormai imminente avvio della stagione turistica estiva, è bene che le Province si affrettino a firmare prima possibile la convenzione con Anas affinché possa materialmente iniziare ad operare sulle nuove Strada Statali. Per questi motivi ho sentito il dovere di scrivere ai quattro Presidenti delle Province, che ringrazio per ciò che sono riusciti a produrre negli ultimi anni alla luce della cronica scarsità di risorse a loro disposizione, sensibilizzandoli ulteriormente ed auspicando che quanto sopra possa avvenire a stretto giro».

«A tal proposito – conclude Mazzocca -, nella giornata di venerdì 9 giugno prossimo accompagnerò il Responsabile di Area Compartimentale Abruzzo Anas, Ing. Antonio Marasco, ad una visita di sopralluogo per verificare lo stato di salute alcune strade interessate ed allo scopo di dare il nostro contributo alla iniziale opera programmatoria dei primi interventi manutentivi, sopralluogo che si concluderà sulla SS n.487 Scafa-Caramanico-Sulmona nei tratti che denotano maggiore criticità”.