Mer. Mar 3rd, 2021

Fondi del Masterplan destinati a Chieti, i dubbi di Febbo

Febbo: “Un finanziamento inserito nel Masterplan che dovrebbe ammontare a 10 milioni di euro, ma che vede solo 3 milioni di euro in questa prima fase”

CHIETI “Il Presiedente D’Alfonso continua a dispensare soldi come se fossero quelli del famoso gioco del monopoli. Infatti, in una missiva indirizzata al sottoscritto, ed a molte altre cariche istituzionali comunali e parlamentari, il Presidente chiede di accelerare l’iter burocratico per l’acquisizione dei fondi del Masterplan richiamando, tra l’altro, una fantomatica delibera numero 418 del 28.07.2017 che mi risulta addirittura ancora non pubblicata sul sito ufficiale della Regione Abruzzo”. E’ quanto dichiara il Consigliere regionale Mauro Febbo che spiega: “Nello specifico della missiva/esortazione, D’Alfonso invita il sindaco di Chieti e i suoi assessori ad attivarsi nel più breve tempo possibile per attingere ad una prima trance di finanziamento per la realizzazione del progetto della funicolare che dovrebbe collegare il Campus Universitario di Chieti Scalo direttamente al centro storico. Un finanziamento inserito nel Masterplan che dovrebbe ammontare a 10 milioni di euro, ma che vede solo 3 milioni di euro in questa prima fase. In qualità di Presidente di Commissione di Vigilanza regionale ho già fatto richiesta formale di accesso alla DGR 418 per chiarire e capire se si tratta, come presuppongo, dell’ennesimo annuncio e atto propagandistico di un Presiedente di Regione che continua promettere valanghe di fondi senza capire concretamente ancora dove sono e la loro linea di programmazione di provenienza. Siamo di fronte alla solita “promessa” annunciata dal Presidente D’Alfonso senza nessuno riscontro deliberativo pubblicato”. “Ricordo – prosegue Febbo – come stiamo vedendo lo stesso film anche per altri fondi quali i 300 mila euro, promessi, in una delle sue tante “comparsate”, per la biblioteca “De Meis”. Anziché fare i soliti annunci milionari del nulla trovi al più presto i fondi per le istituzioni culturali d’Abruzzo per il 2017, siamo già ad Agosto, tenendo in doverose considerazioni il Teatro Marrucino che si è visto arrivare i fondi del 2016 solo a luglio e avere una delibera di assegnazione di 200 mila euro per il bicentenario solo dopo le mie interrogazioni e il mio ostruzionismo in aula”. “Il Marrucino, come tutte le Istituzioni abruzzesi – conclude Febbo – vogliono fatti e atti concreti, ossia i fondi del 2017, e non le solite chiacchiere e promesse di D’Alfonso”.

 

Please follow and like us: