Home POLITICA Efficentamento energetico, Febbo “10 milioni da investire nelle aziende
Efficentamento energetico, Febbo “10 milioni da investire nelle aziende

Efficentamento energetico, Febbo “10 milioni da investire nelle aziende

0
0

Concessione di aiuti in base al regolamento europeo di esenzione n.651/2014 per rendere più efficiente energeticamente

PESCARA ” Dalle aziende abruzzesi arriva una risposta concreta ed un segnale positivo sui 10 milioni di euro inerenti gli investimenti nel settore dell’efficientamento energetico e della produzione di energia da fonti rinnovabili”. A comunicarlo è l’assessore regionale alle Attività Produttive Mauro Febbo che sottolinea come “siamo di fronte ad ulteriore successo, un risultato aldila delle più rosee previsioni che dimostra vitalità e voglia di fare da parte delle imprese e imprenditori abruzzesi. Mi permetto di evidenziare come oggi in Regione Abruzzo ci sia un modo diverso di governare da parte di questo Esecutivo Regionale: fare e non parlare. Infatti – rimarca Febbo –  siamo soddisfatti sui numeri e sulla considerevole partecipazione positiva da parte delle aziende abruzzesi su questo specifico bando utile per promuovere investimenti nel settore dell’efficientamento energetico e della produzione di energia da fonti rinnovabili. L’avviso, attinente alle azioni di cui all’asse 4.2.1 del Por Fesr 2014 – 2020, aveva un budget complesso di 10.000.000 di euro e prevedeva la concessione di aiuti in base al regolamento europeo di esenzione n.651/2014 per rendere più efficiente energeticamente uno stabilimento produttivo o per installare impianti fotovoltaici o di degenerazione. Alla scadenza abbiamo registrato 410 proposte progettuali presentate e questo rappresenta certamente un risultato più che positivo, perché testimonia l’alta vitalità del tessuto imprenditoriale abruzzese che ha saputo cogliere questa opportunità per autoprodurre l’energia necessaria al proprio fabbisogno imprenditoriale o per consumare meno energia efficientando la propria struttura. Il nostro auspicio è puntare a finanziare almeno un quarto delle proposte presentate. Inoltre Dai numeri altamente positivo di questo bando partiamo per la nuova programmazione 2020 2027. Infine – conclude Febbo – per dimostrare come sia cambiato da parte del governo regionale il modo di approcciarsi al mondo imprenditoriale adesso è necessario procedere con sollecitudine alla fase di valutazione in modo da dare risposte immediate alle aziende”.