Sab. Dic 7th, 2019

Banca Intesa accoglie proposta moratoria per i balneatori e stanzia 20 milioni. Zennaro: ora anche gli altri istituti replichino misure

Mareggiata, riconoscimento dello stato di emergenza. Quaresimale "servono somme più ingenti"

Mareggiata, Zennaro (M5S): Banca Intesa accoglie proposta moratoria per i balneatori e stanzia 20 milioni, ora anche gli altri istituti replichino misure

 

TERAMO L’Associazione bancaria italiana ha risposto celermente alla richiesta inviata nei giorni scorsi dal deputato Antonio Zennaro al Presidente Antonio Patuelli, dichiarando di avere prontamente accolto le sue istanze e di avere  diramato un comunicato per invitare le banche a venire incontro alle esigenze della popolazione e degli imprenditori.

“L’Abi ha accolto immediatamente la mia proposta, dando stimolo a tutti gli istituti di credito e Banca Intesa si è subito attivata stanziando 20 milioni di euro per la copertura delle richieste di sospensione delle rate di mutui e prestiti dei balneatori colpiti dal maltempo in provincia di Teramo. Ora auspico che anche gli altri istituti replichino la misura” – dichiara Antonio Zennaro – “Un’operazione di pronto intervento che sosterrà concretamente molte attività coinvolte nell’emergenza maltempo, dando un po’ di respiro finanziario, in attesa che la Regione predisponga un piano di prevenzione a lungo raggio e soprattutto che comunichi come abbia intenzione di spendere i 50 milioni di euro che ha chiesto al Governo.” Il deputato Zennaro nella lettera inviata anche al Ministro per l’Economia e la Finanze Roberto Gualtieri ed al Sottosegretario Villarosa, ha riportato la grave situazione che sta affliggendo la costa teramana. “Premesso che la provincia di Teramo intercetta il 60% del turismo della regione Abruzzo – si legge nella lettera – …il rischio di indebolimento finanziario dei molti imprenditori coinvolti potrebbe rappresentare un fattore di collasso economico del comparto a livello abruzzese… Al fine di supportare le attività coinvolte a ripristinare una situazione di normalità ed affrontare i lavori di recupero delle proprie strutture, si richiede alla presente Associazione un fattivo intervento nel raggiungere un accordo con gli istituti di credito, affinchè si rendano disponibili ad accogliere eventuali richieste di moratoria di mutui e prestiti da parte degli imprenditori colpiti dalla mareggiata, con estensione anche ai crediti al consumo, moratoria che preveda la sospensione delle rate per un periodo minimo di dodici mesi.”

Please follow and like us: