Home POLITICA Assenze in IV Commissione, Monticelli replica alla Marcozzi
Assenze in IV Commissione, Monticelli replica alla Marcozzi

Assenze in IV Commissione, Monticelli replica alla Marcozzi

0
0

Per il presidente della Commissione quello della consigliera è un tentativo di spostare l’attenzione “su aspetti formali e non sostanziali”

­

PESCARA “Sara Marcozzi preferisce spostare l’attenzione su aspetti formali e omette di parlare di quelli invece sostanziali, ben più importanti, emersi nel corso della riunione, forse sapendo che su questi c’è poco da polemizzare”.

Risponde così Luciano Monticelli, consigliere regionale e presidente della IV Commissione Consiliare Politiche Europee e Internazionali, all’attacco della consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Sara Marcozzi, che ieri ha denunciato l’assenza del governatore Luciano D’Alfonso alla stessa commissione presieduta da Monticelli, nel corso della quale era prevista una sua audizione.

“In realtà – replica con precisione Monticelli – si tratta di questioni meramente organizzative che la stessa legge permette di risolvere in tale maniera, visto che, è chiaro, un presidente non può, indipendentemente da un altro incarico, essere presente in ogni luogo. Per questo, consiglieri e soggetti facenti funzioni possono sostituirlo e impedire in questo modo che la macchina organizzativa si blocchi. Se, però, la Marcozzi è così attenta e precisa, mi chiedo come mai non abbia sottolineato aspetti più sostanziali e direi molto più importanti di un’assenza emersi nel corso della Commissione da me presieduta”.

Il riferimento del consigliere è ad alcuni importanti traguardi raggiunti relativamente ai bandi POR FESR Abruzzo 2014-2024 e al Piano Operativo FSE 2018-2020, evidenziati nel corso della Commissione in questione con gli interventi del direttore Di Paolo e della dirigente Sico, che hanno fatto il punto della situazione in merito.

“La prima cosa che la Marcozzi avrebbe dovuto sottolineare – continua in merito il presidente della IV Commissione – è l’eccellente lavoro relativo ai fondi europei, che avrebbe dovuto evincere da tutta una serie di elementi, primo fra tutti il  fatto che ad oggi non si registrano disimpegni. Significa dire che non è tornato indietro denaro all’Europa, denaro che, dunque, è stato distribuito per una serie di progetti a favore del territorio e della comunità”.

Ne è un esempio, relativamente al settore riguardante lo sviluppo rurale, il fatto che già nel 2017 sia stato possibile avviare il bando per incrementare il Gal sul territorio regionale per le zone del cratere. “L’obiettivo – continua Luciano Monticelli – è quello di procedere spediti per arrivare ad avere una copertura del 67 per cento, mentre si è a lavoro per implementare i bandi relativi alla solidarietà delle zone del cratere e alla viabilità rurale. Tali azioni si sommano agli interventi che sono stati rivolti agli impianti per l’agricoltura ma anche alla flotta peschereccia e allo sviluppo locale”.

Nel corso della Commissione è stato inoltre possibile fare il punto relativamente all’occupazione, settore nel quale sono numerose le novità introdotte. “Sono state incrementate – sottolinea ancora il consigliere regionale – le risorse destinate al bando ‘Creazione di impresa 4.0’ rivolto a giovani fino ai 35 anni che vogliono creare attività di impresa. Non solo. Abbiamo anche inserito misure di rafforzamento del Programma Garanzia Giovani (con interventi di accompagnamento al lavoro e bonus occupazionale) e alcune linee di attività per ‘Garanzia Over’, il bando che mira a incentivare le assunzioni, soprattutto quelle di disoccupati con età superiore ai 50 anni. In questo caso l’obiettivo è emanare un secondo bando visto l’incremento delle risorse e promuovere così l’inserimento lavorativo con incentivi all’assunzione a tempo indeterminato, tirocini e interventi di accompagnamento al lavoro. Insomma – conclude Monticelli – tirando le somme direi che la Commissione dovrebbe essere menzionata per tutte queste ragioni e non per l’assenza del governatore. Consiglio dunque alla Marcozzi di prendere appunti, in modo da centrare l’attenzione alle prossime occasioni sugli argomenti giusti”.