Lun. Ott 26th, 2020

Alto Sangro, Febbo: progetti ed investimenti concreti per aree interne

Alto Sangro, Febbo: progetti ed investimenti concreti per aree interne

Uscire fuori dalle logiche di campanile e partitiche

L’AQUILA “Minimizzare, nascondere e mistificare il grande lavoro della Giunta Marsilio intrapreso sulle aree interne: questo è lo sport estivo preferito da diversi esponenti politici e da qualche sindaco di una certa parte politica che mal digerisce la propria mancata elezione alle ultime regionali”. A dichiararlo è l’assessore regionale alle Attività Produttive, Turismo e Cultura Mauro Febbo che torna sulle recenti dichiarazioni del sindaco di Roccaraso Francesco Di Donato rimarcando come “oggi abbiamo una realtà ben diversa: questo governo regionale di centrodestra ha invertito concretamente la rotta rispetto alla precedente amministrazione di centrosinistra, realizzando in fatti concreti investimenti e progettualità. Ritengo senza fondamento, sterili e di puro campanile, le continue polemiche sul ritiro del Calcio Napoli in Alto Sangro che rischiano di danneggiare lo straordinario valore che l’iniziativa intera assume per l’Abruzzo. Basti vedere in questi giorni le numerosissime  testate televisive  presenti e leggere i quotidiani nazionali ed internazionali per rendersi conto della portata della promozione turistica, nata dalla presenza del Napoli che interessa oltre al comprensorio dell’Alto Sangro l’intero Abruzzo. Infatti, si registra un tutto esaurito presso tutte le strutture ricettive e in tutta la ristorazione. Senza tralasciare le migliaia di assunzioni fatte proprio dagli operatori del posto”.

“Inoltre – illustra Febbo – voglio ricordare che sono proprio i fatti e i numeri a rimarcare il grande lavoro messo in campo da questo governo regionale per le aree interne. Innanzitutto, voglio far presente al sindaco di Roccaraso come le strutture ricettive che hanno partecipato al bando regionale LR 77 sono solo 6, sulle oltre 450 arrivate, di cui 2 già ammesse nella graduatoria del primo gruppo per un valore di finanziamento pari a 160 mila euro e 4 richieste verranno esaminate nelle prossime settimane. Mentre da Rivisondoli sono arrivate solo 2 richieste di investimenti da parte di operatori turistici. Invece, come già sottolineato, mi preme ricordare come la comunità di Roccaraso e dell’Alto Sangro, abbiano avuto una grande attenzione dai governi regionali di centrodestra, a cominciare dai quasi 18 milioni di euro dei PAR-FAS con i quali sono state realizzare le nuove cabinovie di Pizzalto-Toppe del Tesoro, senza trascurare i 12 milioni di euro per i mondiali di sci. Come non  ricordare anche l’impegno del sottoscritto con i responsabili del Giro d’Italia per portare, a ottobre prossimo, una ulteriore tappa in Abruzzo inserendo proprio la cittadina di Roccaraso come sede di arrivo. Una vetrina unica per Roccaraso sono senza dubbio anche i campionati nazionali giovanili di scacchi, organizzati dalla Federazione nazionale, con un coinvolgimento di circa 1.200 ragazzi, per i quali la Regione ha garantito il massimo appoggio. Nell’ultima finanziaria abbiamo inoltre inserito un specifico contributo  di 100 mila euro per la compartecipazione all’acquisto delle divise uniche per i maestri di sci iscritti all’albo regionale, a testimonianza ancora una volta della volontà di questa amministrazione di investire e credere sulle montagne abruzzesi. Ricordo come proprio durante l’ultima edizione della Bit (Borsa Internazionale del Turismo di Milano), l’Abruzzo ha portato le eccellenze turistiche della montagna presentando pacchetti di vacanze attive da fare in località come Roccaraso e l’intero comprensorio. Pertanto – conclude  Febbo – invito il sindaco Di Donato a non farsi influenzare dalle dannose logiche di campanile e magari rimuginare ancora sulle passate elezioni regionali ma a lavorare, unitamente al governo regionale, per continuare a sviluppare un territorio che non aveva avuto negli ultimi anni quell’attenzione che oggi invece sta avendo con una visione di sviluppo ben precisa e programmata. Infatti, nella prossima programmazione dei fondi europei 2021/27 questo governo regionale, a differenza di quanto realizzato nella precedente programmazione  2014/20 dal governo di centrosinistra, provvederà ad inserire adeguate somme per specifici interventi proprio per incentivare e sviluppare il sistema alberghiero delle aree interne e regionale”.

Please follow and like us: