Gio. Feb 25th, 2021

Pineto, al via i lavori di recupero dell’ex Casa Parrocchiale di Scerne

Pineto, al via i lavori di recupero dell’ex Casa Parrocchiale di Scerne

400mila euro finanziati con il Masterplan Abruzzo, che vanno ad aggiungersi a un ulteriore stanziamento di 100mila euro per la parte impiantistica del Comune di Pineto

 

PINETO Hanno preso finalmente il via i lavori di recupero dell’ex casa parrocchiale di Scerne di Pineto, che porteranno alla realizzazione di un centro culturale grazie ai fondi Masterplan stanziati dalla ex giunta regionale D’Alfonso.

Ne dà notizia un soddisfatto Luciano Monticelli, ex consigliere regionale e referente nazionale di Italia Viva, che, durante gli anni di amministrazione regionale, molto si è speso per garantire alla comunità di Pineto una cospicua somma da destinare alla nascita di uno spazio estremamente importante per la vita culturale della zona. 

“Si tratta – ricorda in proposito Monticelli – di ben 400mila euro finanziati con il Masterplan Abruzzo, che vanno ad aggiungersi a un ulteriore stanziamento di 100mila euro per la parte impiantistica del Comune di Pineto. Una cifra importante, frutto di un documento di indirizzo strategico che è evidentemente una realtà e non finzione, come invece alcuni politici volevano far credere”.

Proprio grazie al Masterplan, dunque, anche Pineto potrà contare su quello che a tutti gli effetti promette di divenire un Centro culturale, che alla biblioteca e agli spazi già esistenti destinati ad associazioni e scuole di musica aggiunge ora anche un piccolo teatro dalla capienza di 104 posti a sedere. 

“L’ex Casa Parrocchiale – conclude Monticelli – si impone sempre di più come luogo di aggregazione sociale, ma anche culturale. È una soddisfazione poter dire di aver raggiunto questo traguardo, dopo un percorso che mi ha visto impegnato in prima persona durante i miei anni di consigliere regionale e per il quale mi preme ringraziare Luciano D’Alfonso e tutta l’amministrazione comunale di Pineto, grazie alla quale, con i suoi 100mila euro, sarà possibile completare l’opera”. 

Please follow and like us: