Sab. Dic 7th, 2019

Approvata la legge M5s per tutelare i malati oncologici e trapiantati

Approvata la legge M5s per tutelare i malati oncologici e trapiantati

“Un passo importante per il diritto alle cure degli abruzzesi”

 

PESCARA E’ stata approvata nella seduta odierna del consiglio regionale la legge presentata dal M5S “Interventi in favore delle famiglie che hanno all’interno del proprio nucleo familiare un componente affetto da grave patologia oncologica o sottoposto a trapianto”, che si pone l’obiettivo di dare un aiuto concreto, attraverso rimborso economico per spese di viaggio, ai pazienti che vivono in situazioni di disagio e sono affetti da patologie oncologiche invalidanti, che li costringono periodicamente a recarsi presso centri autorizzati per sottoporsi a delicati trattamenti curativi, a volte anche molto lontano da casa. “Dotare l’Abruzzo di uno simile strumento rappresenta un primo passo importante verso il diritto alle cure degli abruzzesi – commentano i portavoce M5S Domenico Pettinari, Sara Marcozzi, Pietro Smargiassi Marco Cipolletti, Barbara Stella, Giorgio Fedele e Francesco Taglieri.
“Sempre più spesso, infatti, i pazienti con patologie oncologiche, già costretti a sopportare un grave carico fisico ed emotivo, sono obbligati a rinunciare alle cure o all’assistenza necessaria dei propri cari per motivi economici. Oggi è stata approvata una legge di fondamentale importanza che sintetizza una battaglia che come M5S portiamo avanti da anni e che avevamo presentato in consiglio regionale già nella scorsa legislatura. Ringraziamo l’Ufficio di Presidenza che ha contribuito all’approvazione di questa legge. Ora sta alla Giunta emanare il regolamento che dovrà stabilire le modalità e i tempi di accesso ai benefici economici. Le famiglie dei malati oncologici o sottoposti a trapianto residenti nei Comuni della Regione Abruzzo, potranno fare richiesta di rimborso delle spese di viaggio, di vitto e di alloggio, sostenute presso i luoghi ove insistono le strutture sanitarie individuate per le specifiche prestazioni di cura” concludono.

Please follow and like us: